Venerdì, 24 Settembre 2021
Economia

Dopo il 'gran tavolo', i dubbi sul Contratto di Sviluppo della Capitanata: "Conte faccia chiarezza su risorse e tempi"

Nota di Confartigianato Imprese. "Il Presidente del Consiglio chiarisca meglio il quadro normativo, progettuale e finanziario entro cui la Capitanata sarà chiamata a dare il proprio contributo"

Confartigianato Imprese Foggia esprime soddisfazione per l’esito dell’incontro tenutosi ieri, giovedì 27 dicembre 2018, presso la Prefettura del capoluogo, con il Presidente del Consiglio dei Ministri, avvocato Giuseppe Conte, in merito alle iniziative che il Governo intende mettere in campo per rilanciare lo sviluppo economico della Capitanata.

L’associazione ha apprezzato l’iniziativa del Governo che, dopo l’incontro interlocutorio dello scorso novembre, ha fornito ulteriori chiarimenti sul “progetto pilota” che dovrebbe coinvolgere l’intero territorio provinciale, il Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Capitanata, sui tempi di approvazione del decreto del presidente del Consiglio dei ministri  (d. p. C. m.), sul ruolo di Invitalia (soggetto attuatore che dovrà trasformare le idee in progetti realizzabili) e sul tavolo concertativo permanente che sarà istituito presso la Prefettura di Foggia.

In particolare, è stato precisato che ad oggi i progetti pervenuti sono 78 (infrastrutture, opere pubbliche, interventi di privati), che le risorse stanziate saranno aggiuntive rispetto ad altri  finanziamenti e che ogni iniziativa sarà frutto della concertazione tra le Istituzioni, gli Enti ed i rappresentati economici del territorio, anche per scongiurare proposte fotocopia.

"Pur apprezzando la grande dimostrazione di affetto del Premier Conte per la sua terra e l’apertura del Governo alle istanze della Capitanata, Confartigianato non può fare a meno, tuttavia,  di sollevare alcune perplessità - scrive l'organizzazione presente al tavolo con Vincenzo Simeone-. Ai rappresentanti Istituzionali ed alle associazioni di categoria convocati oggi dal Governo, infatti, non sono stati forniti ancora i numeri: non è noto al momento l’ammontare delle risorse messe a disposizione dal Governo, così come non sono noti i 78 progetti già presentati al soggetto attuatore. E poi le tempistiche: per il Presidente Conte, il decreto sarà approvato nei primi giorni del 2019 ma per l’amministratore di Invitalia è ancora possibile presentare nuovi progetti.

Confartigianato Imprese Foggia invita quindi il Governo ed il Presidente del Consiglio a dare maggior concretezza alle dichiarazioni rese a Foggia e a chiarire meglio  il quadro normativo, progettuale e finanziario entro cui la Capitanata sarà chiamata a dare il proprio contributo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il 'gran tavolo', i dubbi sul Contratto di Sviluppo della Capitanata: "Conte faccia chiarezza su risorse e tempi"

FoggiaToday è in caricamento