Spiaggia libera a ore, check-in all'ingresso e prenoti con un click: arriva un'app per salvare l'estate anche in provincia di Foggia

Matteo Croce, Lorenzo Iulianetti e Pietro Muoio pronti a portare in Puglia l'applicazione già adottata da alcuni Comuni in Abruzzo. Si chiama Timeapp24. Presto il servizio sarà esteso anche a chiese, aree verdi e piazze

Lorenzo Iulianetti, Matteo Croce e Pietro Muoio

Altro che plexiglass, un'app potrebbe facilitare la vita dei bagnanti ed è pronta a sbarcare in provincia di Foggia e in Puglia.

Dietro c'è anche Matteo Croce, organizzatore di grandi eventi di Torremaggiore, che promuove l'applicazione nella sua regione. È uno dei tre soci, insieme a Pietro Muoio, che fa il suo stesso lavoro, promotore per l'Abruzzo e il Molise, e Lorenzo Iulianetti, imprenditore del settore del turismo da circa 20 anni, che hanno lanciato Timeapp24, per il contingentamento degli ingressi nelle spiagge libere e negli stabilimenti balneari. "La certezza di andare al mare (senza sbattimenti e in tutta sicurezza)", uno dei claim contenuti nei tutorial, è già un messaggio promettente per chi, rintanato in casa, sogna l'estate a occhi aperti.

L'idea viaggia lungo la costa adriatica, sull'asse Abruzzo-Puglia, e sta riscuotendo notevole interesse. "Hanno già aderito i Comuni di Pescara e Montesilvano", fa sapere Matteo Croce. Sono in nove a lavorare sull'app e al suo sviluppo dagli inizi di aprile. Altre amministrazioni sarebbero già intenzionate ad adottarla. Era una vecchia idea di Lorenzo Iulianetti che ha uno stabilimento balneare a Pescara, maturata in tempi non sospetti, un pallino di tre anni fa: gestire al meglio gli spazi ottimizzando il tempo di fruizione, consentendo magari una rotazione. "Così hai la possibilità di farli godere a tutti, altrimenti è ovvio che ci sarà chi può utilizzarli e chi, invece, rimarrà tagliato fuori". È lui a spiegare come funziona: "Abbiamo realizzato un'applicazione che permette di prenotare i posti ed evitare file ed assembramenti. È talmente semplice nella sua logica e facile da usare che è in grado di risolvere i problemi derivanti dalle disposizioni". Pensata per i lidi, si può applicare alla gestione delle spiagge libere soggette alle restrizioni anti-Covid19. Gli utenti potranno prenotare con un click lo spazio. Il sistema di contingentamento prevede un check-in all'ingresso: uno steward formato assegna le postazioni, regola il flusso e le rotazioni orarie.

"Sicuramente l'app è la 'salvezza' dei bagnanti perché gestisce anche l'overbooking della spiaggia libera: quando è piena suggerisce degli orari in cui c'è ancora disponibilità o, nel caso, un lido balneare che ha ombrelloni liberi dove potersi eventualmente recare - chiarisce Lorenzo Iulianetti - Anche questo è importante perché, altrimenti, si rischia di partire da una città, fare 50 chilometri per andare al mare, per esempio, e poi non trovare posto". L'app consente di affittare un ombrellone senza pagamenti anticipati, cercare gli orari meno affollati e consultare le offerte. E magari prenotare anche il pranzo sotto l'ombrellone. Si pagano solo le ore prenotate. "Un'amministrazione potrebbe scegliere anche di far ruotare i bagnanti a ore la domenica. Se la città è molto popolosa e gli spazi sono ridotti non è corretto che una persona pianti l'ombrellone di notte e ci stia tutta la giornata. Ne hai diritto, ma con un massimo di ore, in modo che un'altra persona possa goderne. Questa soluzione - conclude - rende democratica la fruizione del bene". Possono aderire, in pratica, i Comuni e privati. Insieme all'app, la società fornisce la formazione per il personale e, secondo il team, questo meccanismo potrebbe generare posti di lavoro. Il servizio sarà presto esteso ad altre categorie e ad altri spazi pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo creando un'app anche per le chiese - annuncia Matteo Croce -  con la stessa modalità". I fedeli prenoteranno il posto tramite l'applicazione, gratuita per le parrocchie. "Da oggi lavoriamo anche per offrire ai Comuni lo stesso servizio per le aree verdi e le piazze - conclude - E ci sono amministrazioni che hanno già manifestato il proprio interesse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • 25 infermieri contagiati, "un vero e proprio bollettino di guerra". L'ultimo caso registrato a Foggia due giorni fa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento