Attenzione alta sul futuro del 'Masselli Mascia'. Miglio: "Presto un vertice monotematico"

Il sindaco di San Severo: “La politica sanitaria non può tradursi in un semplice calcolo numerico. Il nostro impegno sarà finalizzato a tutelare il lavoro degli operatori sanitari e dei servizi offerti all’utenza"

Immagine di repertorio

Il Comune di San Severo non perde di vista la vicenda relativa al futuro del presidio ospedaliero 'Teresa Masselli'. L’attenzione è alta, anzi altissima, tanto da convocare un Consiglio comunale monotematico e aperto alla cittadinanza, per una discussione aperta e approfondita sul tema della salute pubblica e dei servizi sanitari del territorio. Ad annunciare la decisione, insieme al sindaco Francesco Miglio, anche i capigruppo di maggioranza e i consiglieri comunali della IV commissione consiliare socio-sanitaria composta da Arcangela De Vivo, Luciana De Lallo, Loredana Florio, Armando Bocola, Maria Grazia Buca, Annalisa Tardio, Giuseppe Manzaro e Leonardo Lallo.

Spiega il primo cittadino di San Severo: “La politica sanitaria del territorio non può tradursi in un semplice calcolo numerico. Il nostro impegno sul territorio sarà finalizzato a tutelare il lavoro degli operatori sanitari e dei servizi offerti all’utenza. Abbiamo nelle scorse ore chiesto la disponibilità da parte del direttore generale dell’Asl, dott. Vito Piazzolla, ad usufruire dei locali dell’ospedale per affrontare la tematica in un consiglio comunale monotematico e aperto”.

Specifica Francesco Miglio: “La deliberazione del Consiglio comunale sarà trasmessa anche alla Regione Puglia, affinché tenga conto delle esigenze del territorio, dell’ubicazione strategica del presidio ospedaliero e dei servizi di eccellenza, come l’emodinamica. Si tratta di servizi di eccellenza e di assistenza sanitaria che grazie alla loro presenza sul territorio hanno consentito di salvare molte vite grazie alla tempestività degli interventi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento