Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assunzioni a Foggia e in Puglia: 2500 oss, 1000 infermieri e precari stabilizzati. Emiliano: "Lo abbiamo fatto noi dopo 20 anni"

. I candidati risultati idonei alla prova orale sono stati 14.493.

 

Giorno di bilanci e riflessioni agli Ospedali Riuniti di Foggia sui dati statistici relativi al concorsone degli operatori socio-sanitari "gestito senza preselezione e che sarà utilizzato a livello regionale in maniera massiccia e poi probabilmente anche dalle altre regioni, che potranno reclutare il personale" ha sottolineato in conferenza stampa il direttore Vitangelo Dattoli.

“È stato importante - ha rimarcato Michele Emiliano - dimostrare  di saper fare le cose per bene, come avvenuto per questo concorso da 24mila iscritti. Non era semplice ma lo abbiamo fatto. Perché c’è bisogno di fare tante assunzioni adesso? Perché sono venti anni che non potevamo assumere a causa di qualcuno che le bloccò. Il risultati è che dal 2001 a oggi, il personale della regione Puglia che si occupa di sanità è inferiore di 15mila persone rispetto all’Emilia Romagna. Il danno della legge del 2001 è incalcolabile perché ha abituato tutti ad arrangiarsi e avere mille sistemi per aggirare le norme. Alcuni di questi escamotage hanno anche esposto le persone a rischi giudiziari.

Oggi abbiamo sbloccato questa situazione, non potevamo farlo prima perché serviva il Piano di riordino. Solo grazie al nostro Piano di riordino il Ministero ci ha autorizzato a fare nuove assunzioni. Non c’è solo questo concorso: stiamo assumendo più di mille infermieri ottenendo dal Governo (e ringrazio per questo il ministro Speranza) di stabilizzare tutti i precari che avevamo in corsia. Stiamo coprendo tutti i posti da primario compatibilmente col numero di medici che le università ci devono dare. Noi cerchiamo medici bravi e non è facile trovarli: siamo qui per tutelare al meglio la salute delle persone e dare una visione alle città. Ci stiamo riuscendo? Io penso di sì.

Qui stiamo partendo da un piccolo elemento come può essere un concorso, per parlare della vita delle persone. Quando una cosa è giusta le battaglie si fanno insieme, grazie anche all’energia di una nuova generazione. 

Le domande dei candidati pervenute sono state 24.784. Le prove pratiche/scritte sono state realizzate presso il padiglione della Fiera di Foggia n. 19 dall’11 al 15 marzo 2019, utilizzando la diretta streaming per il sorteggio delle singole prove. I candidati ammessi alla prova orale sono stati 17.155. I candidati risultati idonei alla prova orale sono stati 14.493.

Alla commissione centrale sono state affiancate 20 sotto-commissioni. Lo sforzo organizzativo messo in piedi è stato pianificato, puntualmente declinato in tutti gli aspetti di dettaglio e costantemente monitorato e ha visto la conclusione dell’intera procedura in data 12 dicembre 2019

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento