rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Economia

Numero Unico 112, si allungano i tempi: "Strutturazione sedi in ritardo"

Non è stata ancora stilata la graduatoria del concorso. Le precisazioni di Michele Emiliano

“Il concorso è a buon punto, il problema è che a causa delle note vicende giudiziarie, la strutturazione delle sedi è un pochino in ritardo. Appena le finiamo cominceranno a lavorare”. Sbriga così la pratica Nue, ai microfoni di Foggiatoday, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. 

Tre le sedi di lavoro della centrale operativa del servizio Numero Unico dell’Emergenza 112: Modugno, Campi Salentina e l’aeroporto Gino Lisa di Foggia. Chiedono di accelerare i tempi gli idonei delle prove del concorso per titoli ed esami per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 126 unità di personale di categoria B3 per ‘operatori telefonici specializzati’ che si sono svolte a dicembre nei padiglioni della Fiera del capoluogo dauno. Per parteciparvi – lo ricordiamo - bastava la licenza media e la certificazione informatica (Ecdl/Eipas).

Tra le competenze dell'operatore Nue si richiedono la gestione delle chiamate ricevute dalle centrali uniche di risposta del numero unico europeo 112 sulle numerazioni di emergenza nazionale e su altre numerazioni efferenti alle medesime in forza di intese conclusive a livello nazionale e/o locale. La individuazione della natura della emergenza segnalata. E, laddove necessario, la presa in carico della chiamata attraverso l'attivazione di una audio-conferenza per la gestione della conversazione in lingua straniera attraverso il servizio di interpretariato multilingue. La ricezione in tempo reale dei dati relativi all'identificativo e alla localizzazione del chiamante e la compilazione della scheda contatto anche attraverso l'inserimento delle informazioni acquisite nel corso dell'intervista telefonica. Il trasferimento contestuale della chiamata e della scheda contatto alla centrale operativa di secondo livello a cui compete l'intervento, polizia di stato, arma dei carabinieri, vigili del fuoco ed emergenza sanitaria.

Era stato Emiliano – nella Sala degli Specchi della Prefettura di Bari ad una riunione dedicata allo stato di attuazione delle attività finalizzate all’attivazione del numero unico europeo di emergenza – NUE112 – a spiegare il nuovo servizio, definendolo “una rivoluzione copernicana”. In quella occasione aveva assicurato che il sistema – dal punto di vista delle sedi - sarebbe entrato in funzione nei primi mesi di quest’anno.

Tuttavia i tempi sembrerebbero ancora lunghi. “E’ una vergogna, sono mesi che aspettiamo una graduatoria. Il servizio 112 tanto utile e tanto pubblicizzato dai politici locali, ancora non viene attivato” tuona una idonea.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numero Unico 112, si allungano i tempi: "Strutturazione sedi in ritardo"

FoggiaToday è in caricamento