rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

Assunzioni 'rapide', il Comune di Foggia prova a pescare idonei del maxi concorso Asmel

I commissari scelgono di aderire all'Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli enti locali

Il Comune di Foggia si affida all’Asmel per il reclutamento di personale. I comuni aderenti all’Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli enti locali potranno attingere agli elenchi degli idonei per l’assunzione a tempo indeterminato e determinato che saranno costituiti a seguito di selezione pubblica. L’Asmel ha indetto, infatti, un bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 12 aprile: è un maxi concorso per assunzioni rapide.

Il termine per le candidature è stato recentemente prorogato al 12 maggio. Possono partecipare candidati da tutta Italia, opportunità anche per gli aspiranti impiegati comunali foggiani. Lo scorso 21 aprile, nell'home page del sito istituzionale del Comune di Foggia era apparsa una comunicazione sul concorso Asmel con procedura unificata per diplomati e laureati, segno che l’ente stava già preparando le carte per sottoscrivere l’accordo tra comuni associati. Si apprende oggi, infatti, che l’Asmel aveva trasmesso l’informativa per l’adesione il 13 aprile scorso.

La commissione straordinaria, con i poteri della Giunta comunale, il 28 aprile, ha deliberato di aderire all’Associazione Asmel versando al fondo patrimoniale la quota una tantum di 750 euro (5 euro ogni mille abitanti) e la quota associativa annuale di 25mila euro per usufruire dei servizi di formazione, eGovernment ed eprocurement, peraltro in fase di implementazione. Sono inclusi, tra le altre cose, un programma formativo gratuito dedicato agli enti locali, convegni periodici sui temi caldi della Pubblica Amministrazione, seggio di gara telematico, albo esperti PA, il supporto operativo e la piattaforma per i concorsi digitali dei Comuni, vale a dire il servizio integrato AsmeL@b.

La forma associata di assunzioni è una modalità prevista dal Decreto Reclutamento. “Questa nuova procedura è più veloce dei concorsi pubblici o dello scorrimento delle graduatorie di altri enti e consente di riempire facilmente i vuoti di personale oppure di individuare nuovi profili professionali adeguati alla necessità di attuazione del Pnrr”, si legge in un allegato allo Statuto dell’Asmel. Tra l’altro, nel servizio è compreso un sistema di videoconferenze con supporto da remoto per lo svolgimento delle prove orali in videocollegamento e delle riunioni di commissioni e sottocommissioni.

In un’articolata proposta formulata dal dirigente del Servizio Amministrativo e Contabile delle Risorse Umane, Maria Giuseppina D’Ambrosio, che ricalca parzialmente finalità e oggetto dell’associazione, si prospettano i vantaggi della cooperazione. “La complessità tecnica della redazione dei formulari per la predisposizione dei progetti richiesti per l’accesso ai relativi finanziamenti non sempre trova gli uffici comunali sufficientemente attrezzati”, si legge nell’atto. E l'Associazione si propone di implementare soluzioni per il conseguimento di obiettivi di semplificazione amministrativa e di contenimento della spesa nell'ambito dell’acquisizione di beni e servizi. L'ammissione del nuovo socio dovrà essere deliberata dal Consiglio Nazionale dell’Asmel. Successivamente, con propria delibera, la commissione potrà aderire anche all’accordo per pescare idonei dagli elenchi.

L’avviso Asmel riguarda 15 profili in ambito amministrativo, tecnico, contabile, informatico, sociale e di vigilanza, sia di categoria D (che ha come titolo di accesso la laurea) sia di categoria C (che richiede il solo diploma). Le domande di partecipazione alla procedura possono essere presentate sulla piattaforma telematica www.asmelab.it, con accesso tramite Spid. La prova selettiva consiste in un quiz a risposta multipla da 60 domande in 60 minuti. Vengono dichiarati ‘idonei all’assunzioni’, e inseriti nell’elenco a disposizione dei Comuni, i candidati che superano la prova con un punteggio minimo di 7/10. A quanto si evince dalle informazioni facilmente reperibili sul sito dell’associazione, anche tra le Faq, una volta definito l’elenco degli idonei, il candidato potrà confermare la propria disponibilità all'assunzione per ciascun interpello che sarà indetto di volta in volta dai Comuni soci. L'ente svolgerà un'unica prova selettiva, eventualmente anche orale, tra i candidati che hanno dato disponibilità, da cui si genererà la graduatoria ad uso del singolo Comune.

A metà marzo, il Comune di Foggia aveva inviato a tutti gli enti del comparto funzioni locali della Regione Puglia una richiesta di disponibilità all’utilizzo di graduatorie concorsuali in corso di validità per l’assunzione di personale anche attraverso il ‘Fondo di solidarietà comunale’. Per il momento, almeno a quanto risulta dall’albo pretorio, non sono state stipulate convenzioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzioni 'rapide', il Comune di Foggia prova a pescare idonei del maxi concorso Asmel

FoggiaToday è in caricamento