La comunicazione arriva solo il giorno dopo, sindacati estromessi da un tavolo importante

Gabriele Taranto chiede all'assessore al Welfare di San Severo di fare chiarezza: "Un atto di sciatteria amministrativa inaccettabile"

Gabriele Taranto

La segreteria provinciale dell’Ugl Foggia denuncia l’estromissione da un importante tavolo di concentrazione sulla PAC Anziani e Riutilizzo delle Economie tra rappresentanti al Welfare dell’Amministrazione comunale di San Severo e le sigle sindacali più rappresentative convocate formalmente per posta elettronica dall’Ufficio di piano del Comune capofila degli otto comuni costituenti l’ambito ‘Alto Tavoliere’, solo il giorno dopo alle ore 22.46, rispetto alla effettiva data di svolgimento del confronto fissata alle 9.30 di giovedì 2 marzo.

In particolare, il segretario territoriale dell’Ugl Gabriele Taranto, ritiene che “a causa di una errata comunicazione e del conseguente ritardo nella trasmissione della documentazione tecnica, l’organizzazione sindacale è stata di fatto estromessa da una importante discussione inerente le problematiche probabilmente oggetto di confronto durante la riunione. Siamo stati pertanto costretti a prendere le distanze da qualunque decisione presa, non avendo avuto alcuna possibilità di discussione”.

Concertazione che ha riguardato la revoca in autotutela della determinazione dirigenziale, del 24 novembre scorso, e nuova determinazione a contrarre gara ad evidenza pubblica per un valore complessivo di circa 627mila 581 mila euro per l’affidamento del servizio di assistenza domiciliare socio-sanitaria ADI/CDI a valere sulle risorse finanziarie del Programma Nazionale Servizi di cura PAC Anziani Secondo reparto, e relativa approvazione di nuovi atti di gara e impegno di spesa. Revoca in autotutela che, peraltro, il responsabile unico del procedimento amministrativo ha ritenuto – ed ha chiesto alla Stazione Unica Appaltante della Provincia di Foggia - effettuare proprio avendo riscontrato alcune inesattezze contenute negli atti di gara, riguardanti le collocazioni contrattuali delle figure professionali richieste.

Il sindacalista ritiene inoltre che “non si tratti di un fatto isolato. La stessa procedura ortodossa è stata applicata in occasione dell’invito partecipativo rivolto ai corpi sociali intermedi trasmesso il giorno dopo il 24 febbraio. Data in cui si è svolta la tavola rotonda riunita presso la Biblioteca Comunale ‘Alessandro Minuziano’ sul tema del Reddito di dignità e misure di contrasto alla povertà”.

Per Gabriele Taranto si tratta quindi di “un atto di sciatteria amministrativa inaccettabile e che richiede chiarimenti urgenti dall’organo assessorile di indirizzo. E’ impensabile che si vada propalando il principio di inclusività, che si pontifichi pretendendo da altri un’informazione corretta e priva di pregiudizi, quando poi si è i primi a fare di questi strumenti legislativi esclusivo uso utile ad una propaganda parziale, e rappresentativa forse di qualche gruppo di interesse”.

Precisa il segretario dell’Ugl: “Prima di scrivere e divulgare questa nota per disciplina e rispetto verso l’organo politico-istituzionale, abbiamo sottoposto le nostre rimostranze all’assessore al ramo con la promessa di questi che si sarebbe impegnato a fare chiarezza. Noi stiamo ancora pazientando una risposta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento