Pedegarganica, c'è la firma sull'atto di attivazione per il completamento: garantirà benefici al commercio e al comparto turistico

L’intervento in oggetto riguarda il tratto compreso tra le Pp km 6+400 (lato Apricena) e la km 34+200 (incrocio con la SP 26), ivi compreso la progettazione di tutte le intersezioni stradali previsti dallo studio di fattibilità e degli adeguamenti necessari

È stato firmato dal presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, l’atto di attivazione della Centrale di committenza Invitalia per il progetto di completamento della strada provinciale n. 28 'Pedegarganica'.

Un progetto di grande impatto per l’intero comprensorio garganico e dell’intera Capitanata, dell’importo complessivo di € 26.405.000,00, che sarà finanziato con i ribassi di gara dei progetti del Cis Capitanata, attualmente il Cis ha già finanziato per un importo di € 1.320.250,00 la progettazione.

La strada provinciale Sp28 è costituita da due tronchi stradali. Il primo parte dall’abitato di Apricena e, dopo aver intersecato la Sp 27, termina sulla Ss 272, nei pressi del passaggio a livello della stazione ferroviaria di San Marco in Lamis. Il secondo tratto parte dal suddetto incrocio e, dopo aver incrociato varie strade provinciali, tra le quali la Sp 22 e la Sp 26, termina sulla SP 45bis.

L’intervento in oggetto riguarda il tratto compreso tra le Pp km 6+400 (lato Apricena) e la km 34+200 (incrocio con la SP 26), ivi compreso la progettazione di tutte le intersezioni stradali previsti dallo studio di fattibilità e degli adeguamenti necessari per l’ottenimento dei pareri idraulici, idro geomorfologici, paesaggistici e ambientali. 

Il Presidente della Provincia, Nicola Gatta, nell’occasione, ha dichiarato: “Il completamento della Strada Provinciale n. 28, Pedegarganica è di notevole importanza dal punto di vista  della direttrice che si sviluppa dal Tavoliere al Gargano. Gli interventi previsti tendono a migliorare l’attività commerciale agevolando ed incrementando il trasporto merci, dai centri industriali ed artigianali dell’alto Tavoliere verso la zona portuale di Manfredonia e da quest’ultima verso l’area del basso Tavoliere e del Nord barese. Inoltre, vi saranno  importanti benefici nel comparto turistico sia nei centri a vocazione religiosa che nelle aree turistiche di tipo tradizionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento