Martedì, 22 Giugno 2021
Economia

Diretto Bari-Roma, Cisl e Adiconsum non si arrendono: "Un'occasione per valorizzare il territorio"

La possibilità di avere un treno veloce per la Capitale, in una fascia oraria ad alta frequentazione, è una risposta necessaria, visto l'enorme bacino di utenza che fa riferimento alla Stazione ferroviaria di Foggia

Immagine di repertorio

“Bene la posizione del presidente nazionale dell’ANCI, nonché sindaco di Bari, Antonio De Caro, in merito al nuovo collegamento veloce Bari – Roma. Si tratta di una valida opportunità di crescita per il capoluogo regionale e per la Puglia che deve però essere anche occasione per valorizzare il territorio di Foggia nel sistema ferroviario pugliese”.

IL TRENO DEI DESIDERI ALL'INCONTRARIO VA: BARI VINCE LA CORSA SU FOGGIA

E’ quanto affermano le segreterie territoriali di Cisl e Adiconsum di Foggia che intervengono, ancora una volta, sull’importante questione dei trasporti che rappresenta per la Capitanata una leva strategica per rilanciare sviluppo, occupazione e qualità della vita. “L’inadeguatezza della disponibilità dei collegamenti veloci dalla Puglia verso la capitale rispetto ad altre aree del Paese rappresenta un gap da colmare al più presto, a tal proposito riteniamo necessario definire con chiarezza", affermano il segretario generale della CISL di Foggia, Emilio Di Conza e Giovanni d’Elia, presidente provinciale di Adiconsum.

"Le modalità operative affinché il treno ‘Frecciargento’ di prossima istituzione, che partirà da Bari il prossimo 28 giugno per Roma Termini, con i tempi di percorrenza ridotti a molto meno di quattro ore, possa rappresentare  la svolta tanto auspicata”. A parere di CISL e Adiconsum, “l’entrata in esercizio entro quella data del primo tratto delle infrastruttura ‘alta Capacità’ Foggia-Bovino favorirà tale percorso. Il collegamento deve vedere necessariamente coinvolta anche la Capitanata”, sottolineano Di Conza e d’Elia.

"In questa direzione, la possibilità di avere un treno veloce per la Capitale, in una fascia oraria ad alta frequentazione, è una risposta opportuna e necessaria, atteso l’enorme bacino di utenza (Molise, Basilicata e Nord Barese) che fa riferimento alla Stazione FS di Foggia.  I tempi leggermente superiori di pochi minuti (due) di una normale sosta, considerato le caratteristiche dello scalo Foggiano, non possono e non devono – concludono Cisl e Adiconsum - rappresentare un ostacolo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diretto Bari-Roma, Cisl e Adiconsum non si arrendono: "Un'occasione per valorizzare il territorio"

FoggiaToday è in caricamento