Manfredonia, Ciro Gelsomino ‘Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”

Michele D’Errico, presidente del Gal Daunofantino, commenta la lieta notizia del conferimento al noto imprenditore di successo sipontino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Manfredonia ed il suo territorio non possono che essere orgogliosi ed onorati di poter annoverare e contare su un conterraneo di cotanto spessore come Ciro Gelsomino, tra i più mirabili esempi di quella sana imprenditoria italiana che tutto lo schizofrenico mondo globalizzato ci invidia”.

Michele D’Errico, presidente del Gal Daunofantino, commenta così la lieta notizia del conferimento al noto imprenditore di successo sipontino dell’illustre riconoscimento di ‘Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica Italiana’ conferitogli con decreto del Presidente della Repubblica.

Trattasi del primo fra gli ordini cavallereschi nazionali ed ha lo scopo di ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte ai fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

“Un riconoscimento  assolutamente meritato e che arriva al culmine di decenni di lungimirante e tenace vision imprenditoriale – sottolinea il presidente D’Errico – che ha garantito sviluppo economico e la creazione di un numero non indifferente di posti di lavoro in un territorio come il nostro.

Ciro, e tutta la famiglia Gelsomino - gruppo imprenditoriale diventato punto di riferimento nazionale in diversi settori economici – devono essere il modello da imitare per il mondo delle imprese e dei giovani, soprattutto in un momento di profonda crisi e sconforto come quello che stiamo purtroppo attraversando.

I protagonisti di questa storia d'impresa sono uomini del Sud, veri e propri ‘self made man’, che, partendo dal basso, hanno investito le proprie aspettative e competenze sul loro territorio, tenendo ben fermi i piedi nella terra natia, ma con la testa sempre ben rivolta all’innovazione ed alla competitività sui mercati di successo".

D'Errico ha auspicato vivamente che "Il nostro territorio riesca finalmente ad esprimere altre realtà di questo livello, in particolar modo nei settori cardine dell'area daunofantina, quali l'agroalimentare, il turismo e l'artigianato. Il nostro Gal, così come fatto sin ora, sarà sempre elemento di stimolazione e sostegno all'imprenditoria locale e a tutti coloro i quali vogliono investire, anche partendo da zero".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento