rotate-mobile

Locali chiusi in piazzetta e la paura di non riprendersi più. Marco del Sottovento: "Ci stiamo solo indebitando"

La testimonianza di Marco Caputo, titolare del Sottovento di Foggia: "Quando riapriremo dovremmo lavorare al 200% per pagare i debiti pregressi"

"Siamo chiusi da 15 giorni e non guadagniamo un euro". Così Marco Caputo, proprietario di uno dei locali della piazzetta di Foggia, il Sottovento di Piazza Duomo: "Difficilmente potevamo fare l'asporto, vendere un filetto o la carne"

E gli aiuti in arrivo dal decreto Ristori, spiega il gestore del locale, "sono del tutto insufficienti". Nel centro storico sono almeno una ventina i locali che si sono visti costretti a chiudere. Ed è alto il timore che in futuro non tutti ce la faranno a riprendersi. "Quando riapriremo dovremmo lavorare al 200% per pagare i debiti pregressi. Ci stiamo solamente reindebitando, lo stesso deve farsi carico delle nostre spese" tuona Marco.

Video popolari

Locali chiusi in piazzetta e la paura di non riprendersi più. Marco del Sottovento: "Ci stiamo solo indebitando"

FoggiaToday è in caricamento