Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia Via Foggia

Ex Medoilgas chiude gli uffici a Foggia: “lavoratori licenziati o trasferiti a 200 km”

A denunciarlo è il sindacalista e segretario della Femca Cisl Foggia, Egidio Ondretti. “La ex Medoilgas Italia SpA ha titoli di idrocarburi nei territori comunali della provincia di Foggia”

Lettere di licenziamento e di trasferimento in sedi lontane oltre 200 km da quella di via Ascoli a Foggia, sarebbero state consegnate dall’amministratore delegato della ex Medoilgas Italia, Sergio Morandi, ai suoi dipendenti (con anzianità di servizio anche prossima ai 20 anni e con invalidità civile), contemporaneamente alla chiusura della base operativa sita al km 1,2 della strada provinciale 105.

E’ quanto denuncia Egidio Ondretti, segretario Femca Cisl Foggia, che condanna l’atteggiamento di Morandi, accusato di aver “eluso volontariamente tutte le buone regole delle relazioni industriali. Eludendo alcune comunicazioni dovute ed il confronto con l’organizzazione sindacale pur presente nell’azienda con suoi iscritti. Oltre tutto, un confronto sindacale avrebbe potuto porre in essere condizioni di fuori uscita dei lavoratori attraverso i consueti canali messi a disposizione dai cosiddetti ammortizzatori sociali. Da un azienda di tale portata, che trova interessi a livello mondiale, certo non ci si aspetta un atteggiamento cosi frenetico e poco riguardevole nei confronti di un territorio al quale chiede di svolgere attività estrattive di ottimo interesse remunerativo”.

Il sindacalista rivela l’attività dell’attuale Rockhopper Italia SpA  in provincia di Foggia: “La presenza produttiva in provincia di Foggia di quest’azienda risale agli anni 60. Malgrado la chiusura degli uffici e i trasferimenti messi in atto, continuerà ad esercitare la sua attività  nel settore energetico estrattivo nella provincia di Foggia, ove detiene titoli minerari ancora in essere ed altri in procinto di sviluppo. Essa è impegnata fortemente presso le nostre istituzioni comunali, provinciali, regionali e governative evidentemente per presentare piani attuativi ed ottenere le dovute autorizzazioni per possibili trivellazioni. In tali incontri dichiara che la sua attività su questo territorio produce lavoro terziarizzato e occupazione diretta ma intanto chiude gli uffici di Foggia”.

E conclude: “La ex Medoilgas Italia SpA ha titoli di idrocarburi nei territori comunali della provincia di Foggia. In particolare, in agro di Foggia è in attesa di avere autorizzazione definitiva dagli enti locali e provinciali per la perforazione di un pozzo per estrazione di idrocarburi in zona residenziale Salice (Pozzo Masseria Conca, già Masseria Sipari, ricadente nella Concessione Torrente Celone).  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Medoilgas chiude gli uffici a Foggia: “lavoratori licenziati o trasferiti a 200 km”

FoggiaToday è in caricamento