Sabato, 20 Luglio 2024
Economia San Giovanni Rotondo

Nella città di San Pio nascerà un Centro polifunzionale per la famiglia

Sorgerà nell'ex parrocchia della Trasfigurazione. Nella struttura strumentazione tecnologica per dislessia e disturbi dell’apprendimento

“Finalmente a San Giovanni Rotondo avremo uno spazio dedicato esclusivamente alla famiglia che, attraverso un’équipe specializzata, sosterrà i singoli membri nei bisogni relativi alle diverse tappe del ciclo di vita. Elemento innovativo ed esclusivo che caratterizzerà la nostra struttura sarà un servizio di strumentazione tecnologica dedicata a soggetti con problematiche di dislessia, ortografia e disturbi specifici dell’apprendimento”. È il vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Giovanni Rotondo, Mariapia Patrizio, a illustrare le caratteristiche del progetto ammesso a finanziamento nell’ambito dell’Avviso pubblico per servizi e infrastrutture sociali di comunità, a valere sulle risorse Pnrr.

Ne parla come di uno degli obiettivi prioritari del suo mandato che prende vita e completa le infrastrutture sociali presenti sul territorio. Il Comune ha intercettato fondi per 610mila euro e l’assessore Mariapia Patrizio evidenzia il lavoro sinergico tra l’assessorato, il Servizio Sociale Professionale e i progettisti. “Nulla, infatti, è stato lasciato al caso circa lo studio dei materiali e gli spazi studiati per accogliere uno specifico target”, fa sapere. “Mi piace immaginare, in un futuro non troppo lontano, gli spazi del centro popolati di famiglie, minori, giovani e adulti che lì potranno ricevere supporto, consulenze specifiche, ascolto e professionalità”.

Il centro, aggiunge il sindaco Michele Crisetti, sorgerà in zona mercato, “nella struttura che un tempo ha ospitato la parrocchia della Trasfigurazione che, da anni, era ormai in disuso e che verrà adesso riqualificata”. Plaude al “grande lavoro di équipe coordinato dalla tenacia e dalla volontà dell’assessore Patrizio” e parla di una nobile finalità. “Sicuramente – afferma - ogni tassello di questo progetto sarà un valore aggiunto per la nostra comunità”.

Il Centro Polifunzionale per la Famiglia nasce con funzioni di sostegno psicologico, pedagogico, sociale e legale per le famiglie che si trovano ad affrontare difficoltà legate alle responsabilità genitoriali, separazioni, lutti o divorzi, disagio dei minori, fino a casi presunti di violenze, abuso e maltrattamento. È un servizio rivolto a tutti i membri della famiglia: bambini, adolescenti, adulti, coppie, singole persone.

Al suo interno saranno inseriti cinque spazi. Lo Spazio Neutro è uno dei servizi più delicati, in cui promuovere l’incontro protetto tra il bambino e il genitore non affidatario, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Alla base dell’intervento vi possono essere motivazioni diverse ma sempre complesse: separazioni non consensuali, condanne per violenze, ordini restrittivi verso ex partner e condanne penali.

Il Servizio di Mediazione Familiare sarà uno spazio dedicato ai genitori di figli minori che stanno vivendo l'esperienza della separazione o del divorzio, affinché possano continuare ad essere entrambi protagonisti insieme della crescita e dello sviluppo dei propri figli. Lo Sportello sociale è lo spazio all'interno del quale viene svolta attività di orientamento della domanda sociale, nonché eventuale presa in carico, valutazione e indirizzo presso gli altri servizi, come il servizio di consulenza psico-sociale e la consulenza legale.

Lo Spazio polifunzionale è dedicato alle diverse abilità: un servizio con tecnologie innovative con cui sollecitare le potenzialità dei disabili e promuovere nuove abilità attraverso l'utilizzo di strumenti in grado di migliorare la qualità della vita. Infine, sarà realizzata una sala conferenze aperta al territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella città di San Pio nascerà un Centro polifunzionale per la famiglia
FoggiaToday è in caricamento