menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Estra

Estra

Il Gruppo Estra sbarca nel foggiano e scippa il 'sogno' ad Amgas: aggiudicate le reti gas di San Severo e Torremaggiore

Aggiudicata la gara indetta da 2i Rete Gas su ordine dell'Antitrust. Fuori la foggiana Amgas, "penalizzata da comportamento scorretto". Fontana: "Continua la ricerca di soci"

E’ Centria s.r.l., società del gruppo Estra attiva nella distribuzione di gas naturale e nella distribuzione e commercializzazione di GPL, ad aggiudicarsi l’attività di distribuzione di gas naturale di 2i Rete Gas nei due ATEM di Foggia 1-Nord e di Bari 2-Sud. Si tratta dello stesso pacchetto a cui mirava la foggiana Amgas spa, che, ad aprile scorso, per partecipare alla manifestazione di interesse, indisse una procedura per trovare un partner finanziario da trecento milioni di euro.

La seconda continua (scadenza del termine 31 luglio), la prima si è arenata in via Manfredi. Cosa è accaduto? “Avevamo effettuato una istanza di reclamo all’Agcom chiedendo un differimento dei termini di partecipazione segnalando il comportamento scorretto di 2i Rete Gas, che non ci ha messo nelle condizioni di ottenere tutte le informazioni necessarie per essere competitivi” dichiara a Foggiatoday il presidente di Amgas spa, Pierluca Fontana. Reclamo che, però, l’autorità di vigilanza ha respinto. E la gara si è fatta, anche senza Amgas. “Ora prenderemo contezza del risultato e valuteremo, in seno al cda, se ci sono le condizioni e i termini per rientrare nella partita” continua il presidente, secondo il quale potrebbero esserci gli spazi temporali per un ulteriore reclamo (anche se, è notizia di 48 ore fa, la sottoscrizione del contratto preliminare a Roma tra 2i Rete Gas e Centria). “E comunque – aggiunge Fontana- si tratta di reti che nelle gare d’ambito saranno nuovamente messe sul tavolo”, spiegando, in questo modo, la “necessità” di proseguire nella ricerca del mega socio finanziatore. Dunque, non solo una operazione funzionale al bando di 2i Rete Gas ma una più generale volontà di consolidamento finanziario di Amgas spa, che ha bisogno di risorse per stare sul mercato (stante la perdurante criticità finanziaria che la riguarda) e provare, così, partecipare alle prossime gare d’ambito. “Non solo ci sarebbe la possibilità di fare altro shopping pre-gara - sostiene Fontana - , ma, attraverso la forza finanziaria, possiamo lanciare all’esterno un messaggio chiaro di forza, di una società pubblica che ha tutte le competenze per giocarsi la partita”.

Insomma, nonostante l’esito della gara di cui sopra, Amgas si mostra ottimista. Pertanto la ricerca continua. La faccenda, lo ricorderete finì tra le preoccupazioni delle opposizioni per tutta una serie di questioni ed interrogativi (qui).

Per ciò che concerne l’operazione appena conclusasi, il Gruppo Estra gestirà circa 544 km di rete distributiva (302 km relativi a Bari 2 e 242 km a Foggia 1), per un numero totale di Punti di Riconsegna (PdR) pari a 66.614, di cui 40.763 nell’area di Bari 2 e 25.851 in quella di Foggia 1.

Più in particolare, il ramo d’azienda dell’ATEM Bari 2 detiene le concessioni per il servizio di distribuzione nei Comuni di Conversano, Putignano, Rutigliano, Triggiano e Valenzano, impiegando 20 dipendenti, mentre le concessioni dell’ATEM Foggia 1 riguardano i Comuni di Chieuti, Lesina, San Severo, Serracapriola e Torremaggiore, per un numero totale di 13 dipendenti.

Le procedure di dismissioni sono state avviate da 2i Rete Gas il 29 marzo 2018 come previsto dal provvedimento n. 26957 del 5 gennaio 2018, a chiusura del procedimento n. C12125 dell’Antitrust che ha autorizzato l’operazione di concentrazione consistente nell’acquisizione del controllo esclusivo di Nedgia (e della controllata Cilento Rete Gas) da parte di 2i Rete Gas. Le operazioni di dismissione hanno registrato interesse da parte di più operatori del settore della distribuzione gas naturale.

Tra i potenziali acquirenti ritenuti idonei dall’Antitrust, è stata Centria, la società del gruppo energetico Estra, ad aggiudicarsi le attività di distribuzione del gas naturale in entrambe le procedure con un corrispettivo complessivo di 42 milioni di euro (soggetto a conguaglio) e corrispondente a un premio del 15% rispetto al valore del capitale investito netto ai fini regolatori (Rab).

Con questa acquisizione Estra conferma, dunque, il suo percorso di espansione territoriale nel Centro e Sud Italia, in continuità con quanto già intrapreso recentemente in Molise con le acquisizioni di Metania e Melfi Rete Gas.

“Siamo orgogliosi di mettere a disposizione dei territori la nostra competenza nel servizio di distribuzione del gas naturale e di contribuire allo sviluppo della Puglia, una Regione moderna, dall’elevato valore strategico che presenta oggi forti potenzialità di crescita, fungendo da vero motore di sviluppo del Sud Italia” ha affermato Francesco Macrì, Presidente di Estra.

Estra

Il Gruppo Estra, tra gli operatori leader nel Centro Italia nel settore della distribuzione e vendita di gas naturale, attivo altresì nella vendita di energia elettrica, nasce nel 2009 dall’aggregazione di tre multiutility toscane a capitale pubblico (Consiag S.p.a., Intesa S.p.a. e Coingas S.p.a.). A fine 2017 è entrata a far parte della compagine azionaria anche Multiservizi S.p.a., multiutility di Ancona a capitale pubblico. Sono pertanto soci indiretti di Estra 143 Comuni delle province di Ancona, Arezzo, Firenze, Grosseto, Macerata, Pistoia, Prato e Siena.

Il Gruppo Estra opera, attraverso società controllate, in joint venture e collegate, prevalentemente nelle regioni Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania e Calabria ed è attivo nella distribuzione, vendita e approvvigionamento di gas naturale, nella distribuzione e vendita di gpl, nella vendita e approvvigionamento di energia elettrica, nonché nelle telecomunicazioni, nella progettazione e gestione di servizi energetici e nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento