Manfredonia, interventi sulle centraline fonometriche

Gallifuoco. "Ogni cittadino potrà conoscere i risultati del monitoraggio ambientale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

centraline fonometriche-2E' argomento di questi giorni il ripristino del sistema di rilevazione delle emissioni rumorose installato, tempo addietro, dal Comune di Manfredonia per il miglioramento della qualità dell'ambiente nelle aree urbane. Il server che gestisce il traffico dati e le centraline fonometriche riceveranno un intervento volto alla riprogrammazione, con una minore incidenza dei costi di spesa.

Manfredonia è dotata di otto centraline che sono state ubicate nel centro urbano: due in Via dei Veneziani, tre in Via Barletta e tre in Via di Vittorio. Lo scopo è di tenere sotto controllo tutti quei parametri che determinano, in concorso tra loro, la qualità dell’ambiente.

L'Assessore all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile, Michele Gallifuoco, ha disposto che venissero effettuati controlli sui punti di rilevazione del rumore ubicati nel nostro centro abitato. Si è così evidenziato che sarebbe stato possibile recepire direttamente i dati elaborati, evitando l'appoggio di cui si è goduto finora dalla società installatrice. Al momento dell'installazione, infatti, l'Ufficio preposto alla raccolta dei dati era sprovvisto di una linea ‘ADSL dedicata’ e si è scelto così di utilizzare il tramite della società che ha realizzato il lavoro al fine di dimostrare il corretto funzionamento del sistema. I dati, una volta acquisiti da tale società, venivano rappresentati su una pagina web con accesso limitato alle sole persone in possesso di password.

Gallifuoco ha recepito le indicazioni dei propri tecnici circa la necessità di rendere l'intero sistema di rilevamento autonomo ed ha, inoltre, ravvisato il bisogno di definire una soluzione alternativa alla sottoscrizione del contratto con gestore telefonico. Il lavoro è consistito nel verificare la possibilità di adoperare strumenti diversi da quelli prospettati ed è stato ritenuto che può fare al caso un indirizzo ip pubblico statico, di questo Ente, già attivo ma non utilizzato.

"Con questa soluzione - dice l'Assessore Gallifuoco – andremo a realizzare un considerevole risparmio rispetto alle stime iniziali che prevedevano l'installazione di una linea adsl apposita e, al tempo stesso, assicuriamo una maggiore diffusione dei dati ottenuti. Con la gestione del sistema in proprio, infatti, faremo in modo che ogni singolo cittadino potrà conoscere, in maniera diretta e immediata, i risultati del monitoraggio ambientale svolto dal Comune".

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento