Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia Rione Diaz / Via del Mare

Gioco del Lotto, Cartiera di Foggia perde l’appalto delle schede: a casa 6 apprendisti

L’USB chiede che fine faranno i 74 lavoratori che prestano servizio nell’azienda di via del Mare e il cui contratto scade nel 2016

La Cartiera di Foggia (IPZS) ha perso la commessa per la produzione delle schede del Gioco del Lotto, che di fatto ha determinato – come riferito in una conferenza stampa dall’USB provinciale, il rinnovo contrattuale di sei giovani apprendisti, dopo un periodo di formazione professionale. Con questa scelta, fanno sapere dal sindacato, si è messa in crisi l’attività produttiva Carte Valori. Ma sono a rischio anche i venti lavoratori con età pensionabile.

L’Unione Sindacati di Base, nella persona di Michele Lunetta, chiede cosa ne sarà dei restanti 74 lavoratori che prestano servizio nell’azienda di via del Mare e il cui contratto scade nel 2016 (263 sono i dipendenti). Ma il sindaco punta il dito contro l’azienda chiedendo di internalizzare  i lavori affidati a ditte esterne, come la stampa del 70% dei bollini farmaceutici che verrebbero fatti stampare a ditte private.

USB lancia l’allarme sui ricettari medici, il cui appalto scadrà nel 2015, e che, secondo una circolare dello Stato, da allora dovranno essere elettronici. Quindi dai ricettari scomparirà il bollino, sulla cui stampa punterebbe l’azienda foggiana.

Nello stabilimento attualmente si producono carte filigranate di sicurezza e valori per la stampa, carta valori per ricettari medici per il Servizio Sanitario Nazionale, sigilli di sicurezza per le Dogane, per contatori di energia elettrica e acqua, targhe di circolazione per veicoli, carta comune, da stampa ed uso ufficio, allestimento carta in bobine, formato e risme, varie adesivizzate duplex e triplex e stampa carta di sicurezza per ricevute del Gioco Lotto e sostitutive di valori bollati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco del Lotto, Cartiera di Foggia perde l’appalto delle schede: a casa 6 apprendisti

FoggiaToday è in caricamento