menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ataf, il presidente Dicecca: “Momento di crisi, ma fondo acquisto mezzi fermo al 2008”

Il presidente dell'azienda del trasporto pubblico di Foggia sottolinea le risorse impiegate dall'amministrazione comunale e derivanti dagli introiti della sosta tariffata

Massimo Dicecca, presidente Ataf, risponde alle notizie trapelate sugli organi di stampa in cui vengono denunciate alcune difficoltà nel sistema del trasporto pubblico cittadino, che nei giorni scorsi hanno spinto alcuni cittadini ad avviare una raccolta firme per il ripristino delle linee soppresse: “Il trasporto pubblico locale vive un momento di forte crisi, avvertita un po’ ovunque in Italia. In Puglia, le città di Bari e Lecce, vivono in questo periodo una situazione analoga a quella di Foggia, segno tangibile di un problema che accomuna l’intero settore”.

“Il fondo di acquisto per nuovi mezzi finanziato dallo Stato e dalla Regione è fermo al 2008. In questi anni il Comune di Foggia ha effettuato l’acquisto di nuovi autobus con risorse proprie, un caso unico in tutta Italia. Sforzo grazie al quale abbiamo potuto compare 15 nuovi bus e adesso – attraverso gli introiti della sosta tariffata - stiamo perfezionando l’acquisto di altri 10 mezzi” precisa Dicecca.

“Una manifestazione, questa della ferma volontà di continuare a gestire il servizio di trasporto pubblico nel migliore dei modi possibili, cercando di far pesare il meno possibile sulla cittadinanza alcune discrepanze determinate da una complessa situazione economica e finanziaria, comune purtroppo a tante città italiane e pugliesi. Nonostante le oggettive difficoltà siamo riusciti infatti a garantire il servizio, implementando da questo inverno i collegamenti con le zone più periferiche della città come i nuovi insediamenti urbani di via San Severo, il nuovo comparto della Macchia Gialla, via Ilaria Alpi e la zona del Salice” conclude il presidente.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento