menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I Campi Diomedei ancora fermi al palo, c'è la richiesta di accesso agli atti: "Soprintendenza deve chiarire"

L'istanza è di Sinistra Italiana, che propone lo spostamento dei cavalli a Masseria Giardino e adombra "condizionamenti politici". "Iriip è stato soppresso, dubbia la sua azione di intervento presso Soprintendenza"

Lo scorso 16 novembre Sinistra Italiana ha inviato a mezzo pec alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di BAT e Foggia, una richiesta di accesso agli atti “generalizzato”  “per poter meglio comprendere chi abbia ispirato la suddetta Soprintendenza con gli “ulteriori approfondimenti istruttori sollecitati da più Enti, Associazioni, Istituzioni tra cui l’Istituto Regionale di Incremento Ippico” citati nel provvedimento emanato

«Apprendiamo dal provvedimento di interruzione dei lavori – afferma Mario Nobile, Segretario di Sinistra Italiana Foggia – la circostanza che gli approfondimenti istruttori richiesti all’Ente siano stati sollecitati tra gli altri, dall’Istituto Regionale Incremento Ippico che, come è noto, è stato soppresso da una l.r. 9/1993, rendendo quanto meno dubbia la legittimazione a sollecitare la Soprintendenza. La cittadinanza ha il diritto di ricevere chiarimenti su questo aspetto molto controverso che dà adito ai presunti condizionamenti politici alla base dello stop ai lavori».

«E’ importante ricordare – aggiunge Regina Barile, componente della Segreteria di SI Foggia – che il progetto di riqualificazione del Parco “Campi Diomedei” ha un notevole rilievo per il rilancio e la rigenerazione urbana ed economica di una zona centralissima, a ridosso del Dipartimento di Economia, in tal senso ribadiamo l’urgenza di far ripartire i lavori invitando Comune e Regione a risolvere il problema autorizzando e finanziando lo spostamento dei cavalli presso Masseria Giardino. I cittadini e le cittadine foggiane, ma anche le migliaia di studenti medi ed universitari pendolari e fuori sede, hanno il diritto di godere di quel grande polmone verde».

In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Attualità

"L'antimafia non si fa così". A Foggia compleanno amaro della legge 109. "Senza visibilità per i beni confiscati, lo Stato ha vinto ma nessuno lo sa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento