Economia

Lo stop ai Campi Diomedei è "danno incalcolabile per l'economia", Confartigianato: "Conseguenze saranno drammatiche"

E’ quanto dichiara in una nota Vincenzo Simeone, presidente della Federazione PMI di Confartigianato Imprese Foggia, a proposito del provvedimento della Soprintendenza di annullamento dell'autorizzazione data a gennaio

“Le imprese foggiane non possono più sopportare i costi delle storture della burocrazia. L’errata interpretazione di una norma e le pastoie burocratiche che oggi hanno bloccato i lavori per la realizzazione del parco urbano di Foggia, rappresentano un danno per l’economia locale e per lo sviluppo complessivo del territorio incalcolabile”.

E’ quanto dichiara in una nota Vincenzo Simeone, presidente della Federazione PMI di Confartigianato Imprese Foggia, a proposito del provvedimento con cui la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Barletta-Trani-Andria-Foggia ha disposto l’annullamento dell’autorizzazione ai lavori per i “Campi Diomedei” che aveva rilasciato il 25 gennaio 2018, intervento successivamente appaltato per 7 milioni di euro ed entrato nella fase realizzativa lo scorso mese di febbraio.

“Si tratta – commenta il presidente Simeone nella nota – di una frattura con la società civile ed economica senza precedenti, che avrà ricadute negative su imprese e occupazione. Il progetto vincitore del concorso, che intende recuperare un’immensa zona centrale della città quasi del tutto abbandonata da più di un ventennio, prevede la presenza di percorsi per lo sport, una kids area, un parco archeologico attrezzato e circa 4 ettari per le attività ippiche. Oggi, a procedure espletate e ad autorizzazioni concesse, si scopre che gli interventi modificherebbero la 'percezione' del complesso architettonico storico e delle aree circostanti, un tema peraltro già affrontato, discusso e superato dall’iter procedurale cui hanno preso parte tutte le Istituzioni competenti. Le conseguenze che tali decisioni, improvvide ed abnormi, avranno sull’economia reale – conclude Simeone - saranno drammatiche e a pagarne il prezzo saranno ancora una volta lavoratori e aziende, già provate dai mille ostacoli amministrativi e burocratici che ogni giorno ne rendono impraticabile l’attività e che, al contrario, andrebbero tutelate, poiché costituiscono la parte sana del tessuto produttivo locale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stop ai Campi Diomedei è "danno incalcolabile per l'economia", Confartigianato: "Conseguenze saranno drammatiche"

FoggiaToday è in caricamento