Vertenza CDP, Mongelli: “Pronti a collaborare con il commissario Cozzoli”

Il commissario Bartolo Cozzoli dovrà articolare un piano di risanamento della Casa Divina Provvidenza avendo a mente la tutela degli oltre 500 dipendenti e la qualità dei servizi offerti a circa 1.000 degenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Il Governo ha adottato la soluzione operativa più razionale alla crisi finanziaria e gestionale della Casa Divina Provvidenza; ora tocca al commissario Bartolo Cozzoli articolare un piano di risanamento dell’Ente avendo a mente la tutela degli oltre 500 dipendenti e la qualità dei servizi offerti a circa 1.000 degenti”.

E’ il commento del sindaco di Foggia Gianni Mongelli alla notizia dell’ammissione della CDP alla procedura di amministrazione straordinaria prevista dalla cosiddetta ‘legge Marzano’ ed alla conseguente nomina dell’avvocato biscegliese, consigliere giuridico della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Mi congratulo con Cozzoli e gli auguro buon lavoro – continua il sindaco – esprimendo l’auspicio che la sua attività riesca a scongiurare definitivamente il rischio della chiusura dei nosocomi di Foggia e Bisceglie ed il licenziamento di centinaia di lavoratori. Il sistema sanitario pugliese non può correre il rischio di un simile depauperamento, così come la nostra economia non può essere ulteriormente penalizzata dall’impoverimento di centinaia di famiglie e decine di imprese”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento