Barter, una grande chance per superare la crisi

Mario Piarulli, General Manager di MBS Media Communication & CEO di LOGY-SYSTEM: “Molte aziende, di ogni settore, dalla Moda al food, ci hanno dato fiducia e hanno fatto grandi operazioni. Questa è la nuova frontiera.”

Una grande affissione a Milano per 1.000 paia di scarpe, uno spot TV nazionale per 2.500 capi di abbigliamento, una campagna pubblicitaria su stampa per 2.500 accessori moda oltre a prodotti alimentari, beverage ed altro. Il cambio merce, altresì chiamato barter, offre queste possibilità alle aziende e piccole imprese.

MBS Media Communication è una società di bartering diventata un punto di riferimento nel panorama nazionale del cambio merce pubblicitario degli ultimi anni. Il processo di Barter pubblicitario è semplice: è uno scambio tra i prodotti appartenenti all'azienda inserzionista e la pubblicità offerta da MBS. Per tutte quelle aziende che decidono di dare visibilità al loro brand senza intaccare la loro liquidità corrente, questa è la possibilità migliore che hanno, cedendo la propria merce. Un'opportunità reale e unica che permetterà alle aziende di uscire dalla crisi. Si può partire anche facendo quotare inizialmente le eccedenze di magazzino (rimanenze, ndr) per attivare le prime campagne pubblicitarie”, spiega Mario Piarulli, General Manager del Gruppo MBS Media Communication. “In soli 12 mesi vantiamo una serie di operazioni conclusesi sul territorio e un fatturato in continua crescita per un modello di business in costante evoluzione”. Possiamo usufruire di tutti i media esistenti, innovativi come Google Ads o Facebook, tradizionali come le affissioni (ad esempio durante la Fashion Week milanese) e la carta stampata, fino alle ultime novità legate al mondo digital come la comunicazione social legata agli Influencer. MBS Media Communication, infatti, è la prima agenzia che offre campagne di Influencer Marketing in cambio merce. I vantaggi del barter sono molteplici: si possono ottenere campagne pubblicitarie senza toccare la liquidità aziendale e inoltre vi sono agevolazioni fiscali importanti che ne derivano. “Il meccanismo è semplice ed avviene attraverso la compensazione delle fatture tra prodotti e comunicazione”, spiega ancora Piarulli, “così che da costi di bilancio si trasformano in investimenti pubblicitari, costi ed attività interamente deducibili per le aziende”. Incrementare la propria visibilità è un ulteriore e principale vantaggio: le imprese, infatti possono scegliere i mercati di distribuzione della merce ceduta, in accordo con MBS, e hanno la possibilità di farsi conoscere, indirettamente, anche ove non sono presenti, in Italia o all’estero. “E’ un’opportunità unica”, conclude Mario Piarulli, “che già molte aziende del settore moda hanno colto, ma che può diventare davvero interessante per le aziende del settore agroalimentare. Stiamo già portando avanti alcune importanti operazioni in tal senso, ma crediamo che il 2019 farà segnare una bella percentuale di crescita nel barter per le aziende del settore food”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento