Economia Manfredonia

Chi ha debiti con il Comune può saldarli rendendosi utile per la comunità

Grazie all’assessore al Bilancio e al Patrimonio, Pasquale Rinaldi, a Manfredonia scatta la proposta del ‘Baratto Amministrativo’, uno scambio tra il cittadino e il Comune

Chi ha difficoltà nell’onorare i debiti con il fisco potrà rendersi utile alla collettività, mettendosi a disposizione del Comune con lavori socialmente utili. E’ la proposta avanzata dall’assessore al Bilancio e al Patrimonio di Manfredonia, Pasquale Rinaldi, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. La misura, introdotta dallo ‘Sblocca Italia’, “per le fasce deboli potrebbe rivelarsi un provvedimento utile, un’alternativa al trauma del pignoramento del frigorifero o del divano” ha detto il sindaco Riccardi.

Chi non riesce a far quadrare i conti, infatti, potrebbe, rendendosi utile per la comunità, saldare i suoi debiti con il Comune sistemando le aree verdi della città oppure effettuando la manodopera in piazze e strade, il recupero di aree e di beni immobili inutilizzati. Alla base c’è l’idea dello scambio: il cittadino pota degli alberi, imbianca delle aule o aiuta i netturbini e in cambio riceve uno sconto sulla tassa dei rifiuti o sull’occupazione del suolo pubblico, sulla Tasi o su altri tributi.

Aggiunge il primo cittadino: “Per dare concreta attuazione a questa azione di sostegno alle fasce deboli, è necessario rivedere i regolamenti tributari comunali e disciplinare in maniera più specifica le azioni di intervento. Occorre verificare la coerenza della proposta con il sistema di tassazione locale e il rispetto delle disposizioni vigenti in materia di lavoro, previdenza e assicurazione. Da qui l’esigenza di cominciare ad operare nell’annualità 2016”.

Spetterà al comune stabilire quali tributi possono essere soggetti a scambio, per quanto tempo consecutivo può essere effettuato il lavoro e chi saranno i destinatari. “Stabiliti i criteri di base, il Comune passa a definire nel dettaglio gli interventi che possono fruire di questo tipo di compensazione. Come? Dapprima attraverso una fase di approfondimento nel Consiglio comunale e, successivamente, con l’approvazione del regolamento che l’Amministrazione vorrebbe far coincidere con quella del bilancio di previsione 2016” Spiega l’assessore Pasquale Rinaldi: “

Aggiunge l’assessore: “Un’opportunità in più per la salvaguardia del rispetto della persona una chance, quella di trasformare il lavoro in denaro, che si va ad aggiungere alla rateizzazione, ad esempio: un altro strumento che hanno le persone che si trovano in debito con l’ente comunale”.

Incentivi e sconti a parte, l’obiettivo è quello di rendere più belle e pulite le proprie città e allo stesso tempo di mettersi a posto col fisco a chi ha difficoltà nel far quadrare i conti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi ha debiti con il Comune può saldarli rendendosi utile per la comunità

FoggiaToday è in caricamento