Economia

Gino Lisa, procedure di volo operative dal 15 luglio: c'è il bando per aprire il bar dell'aeroporto

Si cercano "soggetti di particolare solidità" per garantire "un adeguato livello e la regolarità del servizio". La procedura di selezione scade il 14 maggio

Aeroporti di Puglia prova a riempire l'aerostazione del Gino Lisa di Foggia. È alla ricerca di una società interessata al bar, sinonimo di vita nello scalo finora deserto. Apertura e chiusura scandiscono l'esistenza del traffico aereo. Nel lontano 2009 era stato il gruppo Sarni a investire.

Il 26 aprile è stato pubblicato l'avviso per affidare in subconcessione per cinque anni, tramite procedura di selezione concorrenziale tra operatori del settore, un'area di 100 metri quadri circa, da destinare allo svolgimento, non in esclusiva, dell'attività di bar caffetteria con sedute e alla vendita di tabacchi, giornali, libri e lotterie. Nell'avviso è richiesta anche la somministrazione di snack dolci e salati non confezionati e prodotti da banco.

La società che si aggiudicherà l'affidamento dovrà realizzare interventi e opere di adeguamento o innovazione dell'area, sulla base di un progetto che dovrà essere approvato da Adp. Allestimento dei locali ed impianti sono, infatti, oggetto della procedura.

I requisiti tecnico-economici sono particolarmente stringenti: i concorrenti devono avere almeno cinque anni di esperienza nella gestione continuata dell'attività oggetto della manifestazione di interesse, all'interno di scali aeroportuali o grandi strutture destinate ad alta affluenza di pubblico e con orari di apertura simili a quelli di un aeroporto (ad esempio, porti, stazioni, autostrade, o grandi centri commerciali); in più, devono aver realizzato un fatturato complessivo medio annuo generato da attività di ristorazione, calcolato in rapporto agli ultimi tre esercizi chiusi, di almeno 600mila euro, Iva esclusa.

Dichiaratamente, Adp cerca "soggetti di particolare solidità", e giudica determinanti i requisiti in funzione della complessità dell'attività da svolgere e della durata dell'affidamento, per garantire "un adeguato livello e la regolarità del servizio". La procedura si chiude il 14 maggio.

È scaduta, invece, il 9 aprile la procedura per individuare un'impresa che opera nel settore dei servizi aeroportuali a cui affidare la gestione dell'assistenza a terra per i voli di aviazione generale. Anche in questo caso, l'operatore economico selezionato dovrà occuparsi degli interventi e delle opere di adeguamento o riqualifica dei locali.

Sembra ormai assodata la data per l'operatività dello scalo foggiano. Il 3 giugno 2021, infatti, saranno pubblicate su Aip Italia (pubblicazione che contiene le informazioni aeronautiche per la navigazione aerea) le nuove procedure di volo che saranno operative dal 15 luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Lisa, procedure di volo operative dal 15 luglio: c'è il bando per aprire il bar dell'aeroporto

FoggiaToday è in caricamento