Alessandro Giorgetti dona due banconote con il volto di Padre Pio

L’artista ospite a Pietrelcina, donerà due opere d’arte dedicate all’opera di Padre Pio al Museo di Pietralcina e all'associazione Onlus Una Voce Per Padre Pio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Due delle 36 copie originali della banconota con il volto di Padre Pio, che ricordano le amate 1000 lire ma che come moneta di scambio hanno la preghiera, quindi chiamate "1000 Preghiere per Noi", saranno donate al Museo di Pietralcina e all'associazione Onlus Una Voce Per Padre Pio.
La consegna delle due opere avverrà la mattina di Sabato 20 Giugno 2015 alla conferenza stampa della trasmissione televisiva "Una Voce Per Padre Pio" che si terrà in diretta su Rai Uno la sera stessa.

La produzione dell'evento è stata affidata Myriam Entertainment SRL dall'ideatore e organizzatore Vincenzo Palumbo (presidente della Onlus). L'artista Alessandro Giorgetti (devoto da sempre a Padre Pio) sarà presente alla consegna insieme al suo gallerista Deodato Salafia della
Deodato Art Gallery di Milano.

Alessandro Giorgetti, artista eclettico, nato a Messina nel 1970, ma attivo ormai da tempo a Milano deve molto della sua formazione artistica all'espressionismo astratto, in particolare a Mark Rothko. La sua produzione è un'interminabile evolversi di progetti e collezioni soprattutto mirate a coinvolgere il collezionista. Già dal 2009 ha iniziato a lavorare con collezioni che hanno fatto da ponte tra il mondo "social" della attuale modernità e quello "religioso" dei valori di un tempo. Tra le collezioni "teologiche" vale la pena citare Crusis Web.

Con questo ulteriore progetto dedicato a Padre Pio l'artista si inserisce nella tradizione pop iniziata da Andy Warhol, con i suoi 2-dollars bills firmati; tuttavia Alessandro Giorgetti ancora una volta, in modo provocatorio, getta un ponte tra il mondo globale della finanza e della modernità, con quello tradizionale e personale della preghiera. Di cosa abbiamo realmente bisogno? Questa è la domanda che sembra chiedere l'Artista contemporaneo al suo collezionista.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento