Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Bancarelle abusive, irrompe l’on. Mongiello: “Inquietante ipotesi di una gestione criminale”

L’on. Colomba Mongiello: “Alterazione del mercato e potenziale pericolo per i consumatori. Mi metto a disposizione. Polizia Municipale intensifichi i controlli”

Non si placano le polemiche sul fenomeno delle bancarelle abusive in città, che durante le festività natalizie aveva assunto proporzioni tali da spingere il consigliere comunale del Partito Democratico, Alfonso De Pellegrino, a puntare il dito contro il governo di Palazzo di Città “incapace di garantire la legalità e tutelare i commercianti onesti”.

Mentre Comune e Prefettura lavorano alla preparazione di un piano congiunto con le forze dell’ordine, con l’obiettivo di stroncare definitivamente l’attività illegale - che vede furgoncini e bancarelle di frutta e verdura occupare angoli di strade e marciapiedi senza alcuna autorizzazione e con gravi ripercussioni anche sul fronte della viabilità - sulla scena irrompe il vicepresidente della commissione parlamentare d’inchiesta sulla contraffazione, Colomba Mongiello: “La vendita abusiva di ortofrutta e latticini altera il mercato e rappresenta un potenziale pericolo per la salute dei consumatori; mi auguro che Comune di Foggia e Prefettura intervengano rapidamente e con efficacia. Emerge – così come evidenziato sugli organi di stampa - anche l’inquietante ipotesi di una gestione criminale di questo business illegale”.

L’onorevole foggiano aggiunge: “La merce venduta in queste maxi-bancarelle ha una provenienza incerta né si conosce come viene stoccata. Dunque c’è il serio rischio che sulle tavole dei foggiani arrivi merce avariata o adulterata. In più c’è da considerare l’evidente danno subito dai commercianti regolari, che pagano le tasse e rispettano le norme igieniche. La tolleranza dell’abusivismo e, più in generale, la carenza di controlli sono un male endemico di questo comparto dell’economia foggiana, purtroppo incapace di cogliere anche le opportunità economiche connesse alla valorizzazione della ‘fliera a km 0’ e delle certificazioni.

Mongiello ricorda quindi gli atti intimidatori alle bancarelle di ‘Campagna Amica’: “Anzi, il tentativo fatto da Coldiretti con il mercato di Campagna Amica è stato fatto fallire dalla criminalità che arrivò a bruciare i box pur di liberarsi di una concorrenza scomoda perché qualificata”.

E conclude, mettendosi a disposizione delle istituzioni locali: “Il lavoro istituzionale sinergico è decisivo per sradicare il commercio ambulante di ortofrutta e latticini, e perciò metto a disposizione di Prefettura e Comune la mia funzione istituzionale la Polizia Municipale, però, è chiamata fin da ora a svolgere con maggiore impegno e più proficui risultati l’attività di ordinaria amministrazione a garanzia del più diffuso rispetto della legge”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarelle abusive, irrompe l’on. Mongiello: “Inquietante ipotesi di una gestione criminale”

FoggiaToday è in caricamento