menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Baia dei Campi sulla mappa

Baia dei Campi sulla mappa

Vendesi ‘Baia dei Campi’, l’ecomostro sul Gargano costato 100 miliardi delle vecchie lire

Da Università del Turismo ad ecomostro. Per la terza volta la Regione mette in vendita il 'Centro pilota per lo sviluppo integrato del turismo in Puglia" di Vieste

La Regione ci riprova e mette nuovamente in vendita il “Centro pilota per lo sviluppo integrato del turismo in Puglia” di Vieste, meglio noto come ‘Baia dei Campi’, per cui da parecchi anni l’ente esercita continue ed onerose attività di tutela, vigilanza e manutenzione, oltre a sostenere i costi di Imu e Tasi.  In considerazione della perizia estimativa del 31 marzo 2016, il prezzo di mercato è sceso da 11,6 a 9,4 milioni di euro.

BAIA DEI CAMPI, DA UNIVERSITA’ DEL TURISMO AD ECOMOSTRO

Nell’aprile 2012, con provvedimento n. 633 del 3 aprile 2012, dopo aver valutato non strumentalità del bene, la Giunta regionale autorizzava l’attivazione di un processo finalizzato alla valorizzazione economica del compendio immobiliare attraverso la pubblicazione di un avviso orientato a verificare l’esistenza sul mercato di soggetti interessati alle due ipotesi alternative di acquisto o ottenimento in concessione/ locazione migliorativa.

Nel luglio 2013, siccome la procedura aveva prodotto otto manifestazioni di interesse all’acquisto e sette alla concessione/locazione da parte degli investitori privati, la Giunta regionale disponeva l’alienazione a titolo oneroso dell’immobile regionale, adottando la deliberazione n. 1242 del 4 luglio 2013.

Al primo avviso di vendita, con prezzo a base d’asta di 11,6 milioni di euro, non erano pervenute offerte d’acquisto. Andava deserto anche il secondo avviso pubblicato pochi mesi dopo alle stesse condizioni del precedente. Nemmeno l’alternativa della locazione migliorativa dell’agosto 2014 produceva alcuna offerta.

Quella che secondo le intenzioni dell’epoca sarebbe dovuta diventare la più grande università del turismo, negli anni si è trasformata in un ecomostro, più di una volta preda di ladri e incivili. Per la terza volta in quattro anni la Regione Puglia prova a disfarsi del monumento all’incompiuto che giganteggia nel cuore del Parco Nazionale del Gargano.

BAIA DEI CAMPI, LA DELIBERA DI VENDITA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento