Domenica, 21 Luglio 2024
Economia

Fittasi ex Unieuro, qualcuno si fa avanti e l’Ataf ci riprova

Pubblicato un nuovo avviso pubblico di locazione a trattativa privata dell’immobile di via Diomede

Le saracinesche sono abbassate da quattro lunghi anni, i colori sono ancora quelli di Unieuro. Nella centralissima via Diomede il tempo si è fermato al 2019, quando la catena di elettronici ed elettrodomestici ha gettato la spugna.

Da allora, l’azienda del trasporto pubblico locale Ataf, società partecipata del Comune di Foggia, proprietaria dell’immobile ad uso commerciale annesso al parcheggio Ginnetto, ha esperito tre tentativi per assegnarlo in locazione, ma nessuno è andato a buon fine.

Ha provato prima a stimolare la presentazione di manifestazioni di interesse, poi ha bandito due aste pubbliche, l’ultima solo a giugno dell’anno scorso, pochi mesi dopo la nomina dell’amministratore unico Vincenzo Laudiero, ma  niente. Ora passa alla formula della trattativa privata e, questa volta, si possono presentare offerte al ribasso rispetto al canone annuo stabilito di 120mila euro.

Nell’avviso pubblico si specifica che nell’immobile, di quasi 3mila metri quadri, sarà consentito l’insediamento di attività compatibili con la destinazione d’uso e “l’attività proposta non potrà comunque essere rumorosa, molesta o nociva”. Sarà concesso in locazione per sei anni, rinnovabili per altri sei. 

La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata alle 12 del 21 aprile 2023. Nel precedente bando il sopralluogo era obbligatorio, pena l’esclusione, stavolta è “raccomandabile”, anche perché al successivo articolo si precisa che con la presentazione dell’offerta l’interessato dichiara di essere a conoscenza dello stato di fatto e di diritto in cui si trova l’immobile, e l’Ataf sarà esentata da ogni responsabilità in ordine allo stato manutentivo anche per il futuro.

“Il canone offerto potrà essere sia in rialzo che in ribasso rispetto all’importo del canone posto a base della trattativa privata”, è la dicitura in grassetto e sottolineata riportata nel bando.

Qualora dovessero pervenire offerte in rialzo, sarà concesso in affitto al miglior offerente, in caso di sole offerte al ribasso Ataf deciderà se concludere o meno la trattativa, sempre valutando la convenienza dell’offerta.

Questa volta, però, si sarebbe già fatto avanti qualcuno. L’Ataf ha già ricevuto alcune manifestazioni di interesse. Da qui la decisione, messa nero su bianco lo scorso 7 marzo dall’amministratore unico Laudiero con propria determina, di indire un avviso pubblico. Altrimenti, non sarebbe stato possibile valutare la fondatezza delle proposte che adesso, qualora i proponenti fossero ancora interessati, potranno essere sottoposte a procedura comparativa. E potrebbe essere la volta buona per far tornare a vivere quello che un tempo era un mercato rionale coperto, oggi abbandonato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fittasi ex Unieuro, qualcuno si fa avanti e l’Ataf ci riprova
FoggiaToday è in caricamento