rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Autorità idrica pugliese, il nuovo piano strategico per i comuni foggiani: "1,2 miliardi per la purezza delle acque"

Il presidente dell'Aip ha illustrato gli investimenti: "Una cifra che non ha precedenti e che si pone l’obiettivo di fare una battaglia sulla dispersione dell’acqua attraverso il telecontrollo e l’efficientamento delle condutture vetuste"

Presentazione del Piano d'Ambito dell’Autorità Idrica Pugliese (AIP) e confronto con i sindaci dei Comune della provincia di Foggia. Su queste due direttrici si è svolto l'incontro tenuto lo scorso 11 febbraio nel Salone del Tribunale di Palazzo della Dogana a Foggia. Il nuovo appuntamento con i sindaci pugliesi è il penultimo di un percorso di presentazioni del Piano d’Ambito che vede la presenza dei vertiti AIP nelle sei province della regione Puglia.

All’evento erano presenti il presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta, l'assessore regionale alle Infrastrutture, Risorse Idriche e Tutela delle acque Raffaele Piemontese, il presidente AIP Antonio Matarrelli e Michele Merla vicepresidente di AIP e Sindaco di San Marco in Lamis. Sono intervenuti Francesco Crudele e Rossella Falcone componenti del CdA di Aqp, Vito Colucci Direttore Generale AIP e Cosimo Ingrosso, Direttore Amministrativo Aip.

Al presidente dell’Autorità Idrica Pugliese e Sindaco di Mesagne, Antonio Matarrelli, il compito di illustrare gli investimenti che il Piano d’Ambito ha messo in cantiere per i Comuni della Capitanata: “È un piano strategico che prevede un investimento di 7 miliardi di euro entro il 2045 per garantire la purezza delle acque e fare una battaglia senza precedenti allo spreco. Per la provincia di Foggia sono stati previsti investimenti per un miliardo e 250milioni di euro per il servizio idrico integrato. Una cifra che non ha precedenti e che si pone l’obiettivo di fare una battaglia sulla dispersione dell’acqua attraverso il telecontrollo e l’efficientamento delle condutture vetuste. Inoltre, sono state progettate nuove forme di approvvigionamento idrico soprattutto per Isole Tremiti dove verrà costruito un dissalatore per sostituire la fornitura attraverso le navi cisterna. Infine – ha concluso il presidente AIP - sono previsti investimenti per raggiungere zone della Puglia dove ora il servizio idrico è assente, come ad esempio nel Gargano”.

“La Regione Puglia mette in campo 340 milioni di euro fino al 2027 sull’approvvigionamento, sulla depurazione e sulle reti idriche della provincia di Foggia. Parliamo di un complesso di investimenti sull’acqua, la principale risorsa di cui la Capitanata ha bisogno per la sua agricoltura, per l’industria, per il turismo, per le famiglie e per tutelare sempre meglio il nostro mare e, più in generale, l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, appena entrati tra i valori fondamentali protetti dalla Costituzione italiana. Obiettivi importanti per raggiungere i quali è necessario selezionare opere realizzabili e che abbiano un forte impatto sulla qualità della vita della vita delle persone, come sarà per l’estensione della rete di fognatura nera nella Piana di Mattinata o più in generale su un insieme di interventi con cui riconquisteremo la qualità del nostro mare e l’equilibrio del grande Golfo di Manfredonia”, ha spiegato il vicepresidente della Regione Raffaele Piemontese.

Dalla presentazione è scaturito un dibattito costruttivo con i sindaci dei Comuni della provincia di Foggia sui grandi obiettivi strategici del Piano che riguardano la lotta alle perdite di acqua nelle reti, la qualità dell’acqua distribuita e di quella depurata a tutela dell’ambiente, del mare e dell’economia blu, il completamento delle infrastrutture mancanti o insufficienti, gli standard di servizio a cittadini e imprese in termini di regolarità di erogazione e di continuità del servizio. Alle domande dei rappresentanti comunali hanno dato una risposta puntuale i tecnici dell’Autorità Idrica Pugliese, l’ing. Cecilia Passeri e l’ing. Roberta Maria Rana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità idrica pugliese, il nuovo piano strategico per i comuni foggiani: "1,2 miliardi per la purezza delle acque"

FoggiaToday è in caricamento