Economia

Auto usata da cambiare: a chi venderla?

Può capitare di voler vendere la propria auto usata e di avere necessità di farlo in fretta; andando magari a ottenere soldi liquidi da questo passaggio. Una soluzione alternativa alle operazioni classiche può essere quella di rivolgersi a un servizio di compro auto usate.

In sintesi, aziende che ritirano vetture a qualunque chilometraggio e in qualsiasi stato in cambio di denari contante. La cifra non è sempre all’altezza delle aspettative, per questo può avere maggiore convenienza rivolgersi a questo servizio in caso di auto vecchia o difficilmente ‘piazzabile’ sul mercato per caratteristiche intrinseche.

Ebbene i servizi di questo genere sono presenti in tutta Italia: è possibile trovare ritiro auto In contanti Foggia, così come nel resto della Puglia o in qualsiasi altra regione. Queste aziende vanno ad acquistare in contanti dall’utente la sua auto usata per poi rivenderla su altri mercati. Di base è questo il meccanismo che muove il mondo dei compro auto in contanti.

Un’opportunità che molti utenti stanno cogliendo e che presenta molti aspetti positivi a fronte di qualche accortezza da attuare: prima di tutto, è importante non sottoscrivere procure a vendere o altro senza aver ricevuto il pagamento. Quando ci si reca in sede per ottenere una valutazione esatta della propria vettura, infatti, si riceve un’offerta da parte dall’azienda: se accettata, si passa subito alle pratiche.

Quindi, dicevamo, importante la tempistica e non perdere alcun passaggio della trattativa. Così come è altrettanto importante che il trasferimento di proprietà vada effettivamente a termine, onde evitare brutte sorprese.

Ultimo aspetto, non certo per importanza, da valutare quando ci si rivolge a questi servizi di compro auto usate è quello del pagamento. Perché di base sarebbe opportuno avere la certezza dell’incasso prima di chiudere l’operazione.

Ecco perché alcune forme di pagamento possono essere a rischio: ad esempio i bonifici, che diventano effettivi solo dopo 2 o 3 giorni lavorativi. Il contante può essere una garanzia anche se la legge attuale impone il limite dei 3mila euro. Consigliabile anche ricevere assegni circolari, magari recandosi subito in banca con un operatore dell’azienda di compro auto per incassarlo.
In sintesi quello dei compro auto usate in contanti è un mondo nuovo che rappresenta un’opportunità importante per chi dovesse vendere una vettura. A patto che si faccia un minimo di attenzione e si seguano le accortezze di cui sopra, onde evitare di trasformare un’opportunità in un rischio.

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto usata da cambiare: a chi venderla?

FoggiaToday è in caricamento