Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Aumento tariffe parcheggi, l’Adoc non ci sta: “Decisione unilaterale”

Il presidente Alessandro Scarpiello invita l'amministrazione comunale a rivedere il provvedimento. "Non è possibile che i cittadini paghino le conseguenze di un sistema errato"

L'ADOC di Foggia prende atto della decisione unilaterale e senza nessun coinvolgimento della Associazioni dei Consumatori sa parte dell'Amministrazione Comunale di Foggia per l'aumento delle tariffe del parcheggio a pagamento. La nostra Associazione esprime un forte dissenso per un provvedimento che incombe su una città che non riesce ad avere sufficiente attrattiva a causa del senso di abbandono che la pervade.

"E' una vergogna ed un disservizio da modificare. Non è possibile che i cittadini paghino le conseguenze di un sistema errato" commenta Alessandro Scarpiello, Presidente dell'associazione ADOC.: "Inoltre ricordiamo, come è stato messo in luce da una recente puntata de Le Iene, che la collocazione di molte aree con strisce blu è errata e illegale. Lo spazio per la sosta dell'auto compreso all'interno della carreggiata è da considerarsi gratuito".

Per l'Adoc è necessario rivedere molte aree parcheggi che non rispettano il Codice della Strada e riconsiderare la proporzione tra strisce bianche e blu. "E' impossibile che a Foggia tra un pò non si potràa più parcheggiare perchè le strisce saranno tutte a pagamento" ricorda il presidente Adoc. Auto parcheggiate sui marciapiedi, in doppia fila... ma anche assenza di posti per il parcheggio per cui l'automobilista, se pur in difetto, si vede costretto a parcheggiare dove può.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento tariffe parcheggi, l’Adoc non ci sta: “Decisione unilaterale”

FoggiaToday è in caricamento