menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio (ph. Ennio Mascia)

Immagine di repertorio (ph. Ennio Mascia)

Bonus sulle indennità, lo Stato ‘premia’ i sindaci dei piccoli comuni (fino a 3mila abitanti): “Riconosciuto un impegno straordinario”

Lo annuncia il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Achille Variati, che sta lavorando al provvedimento. Le indennità salgono a 1659 euro lordi, pari all’85% di quella dei sindaci dei Comuni tra 3 mila e 5 mila abitanti

Con legge dello Stato, l’indennità per i sindaci dei Comuni fino a 3 mila abitanti sale a 1659 euro lordi, pari all’85% dell’indennità dei sindaci dei Comuni tra 3 mila e 5 mila abitanti.

Per non incidere negativamente sulle casse dei Comuni, è stato istituito, presso il Ministero dell’Interno un fondo da 10 milioni di cui, ieri, la Conferenza Stato – Città e Autonomie Locali ha deliberato la suddivisione: 5,3 milioni andranno agli oltre 1600 Comuni fino a mille abitanti, 4,7 andranno invece ai Comuni tra mille e 3 mila abitanti.

"Le responsabilità di un sindaco di un piccolo comune non sono inferiori rispetto a quelle di un sindaco di una grande città e le indennità sono ferme da 20 anni. Il Governo ha voluto riconoscere l’impegno straordinario che anche questi sindaci, quotidianamente, dedicano alla loro comunità", afferma il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Achille Variati, che sta lavorando al provvedimento.

Per quest’anno, il fondo sarà sufficiente per coprire la totalità dell’aumento dell’indennità dei sindaci che non sono in aspettativa - la grande maggioranza nei piccoli comuni, per tutti gli altri il contributo è parziale. Per il prossimo anno, il Governo proporrà al parlamento un fondo per coprire integralmente anche l’aumento delle indennità dei sindaci a tempo pieno.

In provincia di Foggia, secondo dati Istat aggiornati al 01/01/2019, i comuni fino a 3mila abitanti sono 30: Accadia, Alberona, Anzano di Puglia, Biccari, Candela, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Chieuti, Faeto, Ischitella, Isole Tremiti, Monteleone di Puglia, Motta Montecorvino, Ordona, Orsara di Puglia, Panni, Pietramontecorvino, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rocchetta Sant’Antonio, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Sant’Agata di Puglia, Volturara Appula e Volturino. Di questi, nove (Alberona, Carlantino, Celle di San Vito, Faeto, Tremiti, Motta Montecorvino, Panni, San Marco La Catola e Volturara) non arrivano ai 1000 abitanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento