rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

Pnrr, alla provincia di Foggia 36 milioni per l’attrattività dei borghi: nuova vita ai centri storici

Assegnate le risorse a 13 comuni. Tra le proposte progettuali anche un ascensore panoramico a Sant'Agata

Ammontano a quasi 36 milioni di euro, per la precisione 35.830.564 euro, le risorse a valere sul Pnrr assegnate a 13 comuni della provincia di Foggia, quasi tutti dei Monti Dauni, per l’attrattività dei borghi, vale a dire investimenti finalizzati alla rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio spopolamento. Come da cronoprogramma, entro giugno è arrivato il decreto direttoriale del ministero della Cultura. Sono due le linee di intervento: la linea di azione A sostiene la realizzazione di 21 progetti di particolare rilievo e significato (uno per regione o provincia autonoma), ciascuno di importo pari a 20 milioni di euro, individuati dalle Regioni; la linea di azione B è finalizzata alla realizzazione di progetti locali di rigenerazione culturale e sociale in 289 borghi storici.

Nell’ambito della prima linea di azione che riguarda progetti pilota, è confermato il finanziamento di 20 milioni di euro al Comune di Accadia per la rigenerazione del ‘Rione Fossi’, progetto selezionato dalla Regione Puglia.

Le altre proposte ammesse a finanziamento riguardano la Linea B e sono state presentate in risposta all’avviso pubblico del 20 dicembre 2021. È risultato primo nella graduatoria regionale il progetto del Comune di Sant’Agata di Puglia con 82 punti e un finanziamento di 1.598.437 euro. “Buona parte del finanziamento riguarda il restauro del piano nobile del Castello – spiega il sindaco Pietro Bove – Andiamo a recuperare questi ambienti che necessitano di interventi di restauro per aprirli al pubblico. Poi, realizzeremo un ascensore panoramico nella zona dell’ingresso del paese, a servizio di due parcheggi pubblici. Sono previsti interventi di ottimizzazione e di recupero dei contesti architettonici di parte del Borgo Antico e poi faremo molte attività legate all’implementazione e allo sviluppo della promozione turistica e quindi all’incremento dell’economia, attività di rivitalizzazione del centro storico in particolare, sia con interventi di promozione ma anche dotandoci di videoproiettori, videomapping e altre attrezzature”. Nella loggia delle Puglie, l’amministrazione è particolarmente soddisfatta per il primo posto in Puglia.

Secondo classificato, il Comune di Deliceto, che ha ottenuto 1.598.000 euro. L’amministrazione ha presentato il progetto ‘Mystica Harmonia – Deliceto dalle stelle in una grotta, per aspera ad astra’. Nel quadro degli interventi, sono previsti il recupero e la valorizzazione di grotte e ipogei; residenze artistiche; ‘infrastrutture ecologiche per guardar le stelle’ e Temporary Pop Hub negli immobili del centro storico per imprese culturali e creative. Gli interventi previsti sono declinati su 3 assi – Progetti Memoria, Progetti Comunità, Progetti Futuro - e declinano tre aggettivi – Deliceto mistica, Deliceto accogliente, Deliceto innovatrice.

Il sindaco di Candela e presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta gioisce per il bis: dopo un primo finanziamento di 1 milione di euro ottenuto dal Mibact sempre per il potenziamento dell’attrattività turistica dei borghi, arrivano altri 1.599.127 euro. Il progetto prevede il riuso di quattro immobili comunali da destinare a ospitalità diffusa e residenza degli artisti, con la possibilità di acquisire la disponibilità di immobili privati non utilizzati; la valorizzazione dei beni culturali, per allungare il periodo di attrattività turistica oltre le festività natalizie, con diversi interventi tra cui il recupero dell’antico forno a paglia del ‘500; l’infrastrutturazione di parte del Tratturo Regio per itinerari turistici a piedi, a cavallo o in bicicletta, l’organizzazione di laboratori didattici sugli antichi mestieri e di un festival permanente di artisti di strada. “Inoltre, grazie all’ottenimento di questo finanziamento – annuncia il sindaco - le attività economiche e commerciali di Candela potranno accedere ad un bando di prossima uscita che assegnerà 200 milioni di euro alle imprese che svolgono attività solo nei borghi finanziati da questo bando”.

Hanno presentato un’unica proposta progettuale i Comuni di Celle di San Vito (soggetto attuatore), il Comune di Castelluccio Valmaggiore e il Comune di Faeto che hanno ottenuto 2.560.000 euro. 

Al Comune di Ordona sono state assegnate risorse per 1,6 milioni di euro per il progetto “Ordona Fulgens”. I fondi saranno destinati ad infrastrutture turistiche e attività culturali e turistiche. È previsto, tra le altre cose, l’efficientamento energetico e il superamento della barriere architettoniche e percettive del Museo di Herdonia, dell’anfiteatro e dell’immobile di Via D’Aloia da destinare a casa della cultura con spazio info-point del territorio e della Via Francigena, spazio per la fruizione digitale del patrimonio culturale, area ristoro e area co-working.

La stessa cifra di 1,6 milioni di euro va al Comune di Bovino che ha individuato nel Castello Ducale di Bovino l’immobile da destinare agli interventi del progetto denominato “Semi nel Vento: contaminiamo il territorio con arte e musica”. Sono previsti la riqualificazione e l’adeguamento funzionale attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale del Palazzo Ducale per la creazione di un Polo Culturale. Nel programma delle attività, inoltre, figurano l’Explor-Hub della cultura e del territorio ‘Geografia delle emozioni’ e la realtà virtuale e aumentata per far conoscere Bovino ai bambini.

Il Comune di Orsara di Puglia ha candidato un progetto di rigenerazione culturale e sociale del proprio borgo storico, individuando nel Polo Museale di Orsara di Puglia, all’interno del Palazzo De Gregorio, l'immobile da destinare agli interventi. Il progetto denominato 'Coloriamo tutti i muri, case, vicoli e palazzi' è destinatario di 1,6 milioni di euro. Gli interventi più ingenti riguardano il completamento della riqualificazione e valorizzazione di Palazzo De Gregorio e la riqualificazione estetico-funzionale del Giardino pensile. Sono previste anche installazioni artistiche sui temi della cultura immateriale locale.

Al Comune di Rocchetta Sant’Antonio è stata assegnata la somma di 1.595.000 euro. Il sindaco Pompeo Circiello parla di “una grande opportunità di rilancio” attraverso questa misura. Il finanziamento sarà investito, tra le altre cose, per ridisegnare il centro antico abbattendo le barriere architettoniche, attivando nuovi servizi e una nuova segnaletica e avviando un processo di digitalizzazione. Ma il piano prevede anche la possibilità di sostenere imprese e start up che vogliano avviare strutture ricettive e ristorative.

Le amministrazioni di Castelnuovo della Daunia e di Casalvecchio di Puglia (soggetto attuatore), hanno partecipato in forma aggregata all’avviso pubblico. Hanno presentato il progetto ‘Borghi della Salute 2.0’ che è stato finanziato per 2.080.000 euro.

Sono state ammesse a valutazione ma non hanno raggiunto un punteggio utile le proposte presentate da Volturara Appula, Roseto Valfortore, Serracapriola, Carlantino, Volturino, Biccari, Celenza Valfortore, Panni, Chieuti, Zapponeta e Carpino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, alla provincia di Foggia 36 milioni per l’attrattività dei borghi: nuova vita ai centri storici

FoggiaToday è in caricamento