Economia

L'Ataf non riesce a liberarsi di 36 catorci, nemmeno dell'ex Unieuro a 90mila euro. C'è un gestore per lo 'Zuretti'

Deserte due aste pubbliche per la rottamazione di vecchi autobus e scuolabus. L'azienda ci riprova con la trattativa privata. L'immobile di via Diomede potrebbe essere trasformato in una autorimessa

L'Ataf di Foggia non riesce a liberarsi di 36 catorci tra autobus e scuolabus che riposano ormai da tempo immemore nel cimitero aziendale. Dopo due aste pubbliche andate deserte, ci prova per la terza volta con la formula della trattativa privata, aspettando che qualcuno si faccia avanti con un'offerta entro l'1 marzo.

Le procedure di alienazione dei veicoli in disuso da rottamare sono state avviate a ottobre del 2020. Sono 13 mezzi di proprietà di Ataf e 23 del Comune di Foggia ma in uso alla società, abbandonati nell'autorimessa. Vecchi e stravecchi, da mandare a demolizione. Un mese dopo, non risultavano pervenute offerte. L'importo a base d'asta era di 15mila euro per l'intero lotto. L'11 gennaio di quest'anno è fallito anche il secondo esperimento. Il valore a base d'asta era stato abbassato a 5mila euro. Evidentemente, troppa plastica da smaltire.  

Ataf si tiene sul groppone pure l'ex Unieuro. Anche in questo caso sono stati due i tentativi esperiti senza successo. Il primo risale a marzo del 2019 quando l'azienda ha provato a fittare l'immobile ad uso commerciale in via Diomede con la procedura della manifestazione di interesse. Proponeva in locazione piano terra e primo piano per sei anni, rinnovabili per altri sei. Il canone annuo a base d'asta era di 120mila euro. L'unica offerta presentata non risultò conforme. Al secondo tentativo, a settembre, l'azienda ha provato ad abbassare il canone annuale a 90mila euro ma niente: l'asta pubblica è andata deserta. E gli oltre 2800 metri quadri sono rimasti sfitti.

Pare che Ataf non abbia intenzione di riprovarci per il momento perché ha dato mandato a una società di procedere a uno studio di fattibilità e verificare se c'è la possibilità che i locali ex Unieuro possano essere trasformati interamente in un'autorimessa, indicando anche gli eventuali vantaggi fiscali derivanti dal cambio di destinazione d'uso, oltre a valutare la possibilità di ricavare da un piano altre soluzioni. In quella zona persiste il problema dei box auto e Ataf potrebbe offrire un servizio custodito h24 direttamente dai dipendenti Ataf. Sarebbe distinto dal Ginnetto, che l'azienda sta provvedendo a informatizzare, garantendo accesso, controllo e monitoraggio da remoto. È uno dei parcheggi che frutta di più e, incredibilmente, pur essendo in pieno centro, non disponeva della linea Adsl, problema in fase di risoluzione.

Sembra, invece, andata a buon fine la procedura per la concessione della gestione del parcheggio Zuretti in Corso Roma per i prossimi 9 anni, durata rinnovabile per ulteriori 9 anni. La Commissione giudicatrice dell'appalto ha completato le operazioni e tutti gli atti di gara sono stati rimessi al responsabile unico del procedimento per le verifiche di rito e l'aggiudicazione definitiva. Salvo sorprese, sarà H24 Autorimessa di Antonio Delli Carri a gestire il parcheggio interrato. Ha presentato un'offerta economica di 90.001,44 euro, con un rialzo del 20% sull'importo a base d'asta. Due le buste pervenute. Il costituendo raggruppamento temporaneo di imprese Movea – Hypnos, pur avendo presentato un'offerta economica migliorativa con il massimo del rialzo (36,80%) aveva ottenuto un punteggio inferiore sulla offerta tecnica e, alla valutazione complessiva, l'altra concorrente è risultata vincitrice. Nella seduta pubblica del 9 febbraio la rappresentante della Rti ha chiesto delucidazioni in ordine ai criteri di attribuzione dei punteggi alle offerte tecniche dell’operatore economico H24 autorimessa e la commissione ha risposto di essersi attenuta scrupolosamente alle modalità di attribuzione dei coefficienti riportate all’art. 18 del disciplinare di gara. Chiaramente, potrà eventualmente presentare richiesta di accesso agli atti. Insomma, una volta aggiudicata, non è escluso un ricorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ataf non riesce a liberarsi di 36 catorci, nemmeno dell'ex Unieuro a 90mila euro. C'è un gestore per lo 'Zuretti'

FoggiaToday è in caricamento