rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

AAA dipendenti comunali cercasi: 42 posti a tempo indeterminato, la 'pesca' continua in tutta la Puglia

Avviata la procedura prevista dal regolamento per il reclutamento di personale attingendo dagli elenchi dei vincitori e idonei approvati dalle altre amministrazioni dopo i concorsi pubblici. L'indagine conoscitiva a livello regionale è la 'Fase 1'

È stata inviata ieri, 15 marzo, alle caselle di posta elettronica certificata di tutti gli enti del comparto funzioni locali della Regione Puglia, la richiesta di disponibilità per l’utilizzo di graduatorie concorsuali in corso di validità, a firma del segretario generale del Comune di Foggia, Maria Giuseppina D’Ambrosio, dirigente del Servizio Amministrativo e Contabile delle Risorse Umane.

Sono sette i profili professionali ricercati, inquadrati nelle categorie C e D, per un totale di 47 unità, 42 da assumere a tempo indeterminato e pieno e 5 a tempo determinato per 3 anni. A Palazzo di Città non perdono tempo e cinque giorni dopo l’approvazione del programma triennale delle assunzioni 2022-2024 e del relativo piano occupazione per il 2022, dal Comune, “in assenza di graduatorie proprie”, parte la chiamata alle altre amministrazioni per attingere dagli elenchi di vincitori e idonei non assunti o assunti a tempo determinato. In attuazione della pianificazione del fabbisogno di personale, è stata avviata la procedura prevista dal ‘Regolamento per l’utilizzo di graduatorie concorsuali di altri enti’ approvato a luglio del 2021 e modificato due volte, l’ultima a dicembre, dalla commissione straordinaria. È la ‘Fase 1’.

Il Comune di Foggia, nel dettaglio, prova a coprire 10 posti vacanti di istruttore tecnico geometra, 21 di istruttore di polizia locale e 5 di istruttore contabile, tutti categoria C da assumere a tempo indeterminato e pieno. Contratto full time e indeterminato anche per 2 istruttori direttivi contabili, 3 istruttori direttivi tecnici e un istruttore direttivo amministrativo (categoria D). Si cercano, inoltre, 5 istruttori direttivi assistenti sociali (categoria D) che saranno reclutati con contratto a tre anni.

Nella missiva, firmata anche dall’addetto all’istruttoria Giovanni Cotugno e dall’istruttore direttivo Giovanni Muscillo, si chiede alle amministrazioni di comunicare se dispongono di graduatorie a tempo indeterminato per i profili professionali ricercati e inviare gli elenchi con il relativo punteggio, dati anagrafici e recapiti.

Il metodo appare piuttosto sbrigativo, del resto obiettivo dichiarato e rintracciabile un po’ in tutti gli atti è velocizzare il reclutamento di personale e, contestualmente, risparmiare sui costi per l’espletamento delle procedure concorsuali. Ma non è così semplice. Da quando è stata approvata la prima formula del regolamento, sono state firmate convenzioni con i Comuni di San Severo, Vieste e Monte Sant’Angelo.  

A dicembre, la commissione straordinaria, sulla scorta delle osservazioni messe nero su bianco dalla dirigente D’Ambrosio, ha dovuto prendere atto che dei 98 reclutamenti previsti attraverso l’utilizzo delle graduatorie di altri enti, alla data del 30 novembre, aveva sottoscritto “solo 20 contratti di lavoro”, e altri due sarebbero stati sottoscritti nel giro di pochi giorni. Alcuni idonei che avevano rassegnato la propria disponibilità non erano stati assunti per via dei requisiti previsti dal regolamento. La procedura, si legge nella delibera datata 7 dicembre, “nelle Fasi 1 e 2 ha mostrato tutti i suoi limiti in quanto sono state concesse poche graduatorie dagli altri Enti anche per le condizioni restrittive” previste dal Regolamento.

Prima che intervenissero ulteriori modifiche, erano stati individuati cinque ambiti geografici di riferimento, con un preciso ordine di priorità, e le Fasi 1 e 2 prevedevano un’indagine conoscitiva prima di tutto nei comuni della provincia di Foggia e poi in quelli limitrofi. Solo nella fase 3 si passava al resto della regione. Ora l’iter è stato ridotto a due fasi, la prima per la verifica dell’esistenza di graduatorie in tutta la regione e la seconda, qualora il primo passaggio non dovesse andare a buon fine, prevede di estendere la richiesta al resto d’Italia. Il regolamento è stato riscritto proprio per rendere le procedure “più snelle e flessibili”, ritenendo peraltro preferibile poter ripresentare la richiesta di ‘possesso graduatoria’ anche agli enti già interpellati se venuti a conoscenza, per segnalazione o informazione, di una graduatoria approvata successivamente alla richiesta originaria.

La commissione straordinaria tira dritto e accelera, incurante delle osservazioni pervenute nel corso della riunione con le forze politiche del 3 marzo, che la Lega, tramite il suo segretario cittadino Antonio Vigiano, ha rilanciato all’indomani dell’approvazione dell’aggiornamento al piano assunzionale, chiedendone la revoca. I 47 posti vacanti indicati nella richiesta inviata agli enti della regione sono tutti quelli che, nella programmazione 2022, il Comune ha scelto di coprire con lo scorrimento prioritario delle graduatorie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AAA dipendenti comunali cercasi: 42 posti a tempo indeterminato, la 'pesca' continua in tutta la Puglia

FoggiaToday è in caricamento