I comuni foggiani verso l'associazionismo, per la promozione del settore turistico

I giovani locali sosterranno il progetto partecipando al ciclo di laboratori di marketing territoriale che prenderà il via ad aprile

De Gregorio e Cusenza

Interessante e proficuo incontro quello che si è tenuto questa mattina nella ‘Sala Ruota’ di Palazzo Dogana su iniziativa del consigliere con delega al Turismo, Gaetano Cusenza. Un progetto, quello di associare i comuni che condividono interesse per lo sviluppo, la promozione e l’ottimizzazione dell’offerta turistica del territorio, che ha preso spunto dalle considerazioni fatte dagli amministratori intervenuti, lo scorso 28 febbraio, al convegno di chiusura del Master “Accompagna” per “Animatori degli Itinerari Culturali Europei”.

Il consigliere ha così voluto convocare un tavolo strategico per verificare la reale disponibilità e l’interesse degli amministratori locali. Dati interessanti e che fanno ben sperare sulle potenzialità del settore turistico quelli con cui ha aperto i lavori il consigliere Cusenza, che raccontano di una crescita in Provincia di Foggia. "Vi è stato un incremento del 10% in un periodo caratterizzato, al contrario, a livello più generale, da una contrazione dello stesso settore. Siamo in un momento particolare per il nostro Paese: l'EXPO a Milano, il Giubileo straordinario proclamato da Papa Francesco a Roma, la qualificazione di alcuni nostri Comuni tra quelli più belli d'Italia, l’imminente riconoscimento da parte del Consiglio d’Europa della Via Francigena del Sud, sono tutti elementi che ci suggeriscono di preparare figure specifiche nel settore del turismo e di sviluppare forme di associazionismo nuovo tra i Comuni per garantire un'offerta integrata ed omogenea ai diversi flussi che vogliamo intercettare. Su entrambi i punti abbiamo chiesto il supporto di Renato Di Gregorio, amministratore della società Impresa Insieme, che ha realizzato a Foggia il Master Accompagna assieme al Dipartimento di Economia dell'Università”

Gli ha fatto eco Di Gregorio, suggerendo anche delle proposte concrete ai sindaci: "Il turismo italiano ha da tempo abbandonato l'offerta stagionale e si va orientando sempre più verso un tipo di turismo esperienziale che, tra i propri punti di forza, vede proprio gli itinerari culturali. Un turismo siffatto, che vede il fruitore muoversi sul territorio, attraversando diversi comuni, richiede che tutti questi comuni attraversati dalle tratte sposino politiche di ottimizzazione e mantenimento omogenee e solo l’associazionismo, tra i Comuni posti sugli itinerari è l’unica forma che garantisce questo. Tanto l'associazionismo quanto il turismo culturale richiedono persone preparate a supportare questi processi, ad integrare le organizzazioni diverse di territori contigui e per garantire un'offerta di sistema di qualità. A questo punto la proposta risulta consequenziale. Sosterremo la costituzione di un'associazione di Comuni, come quelle già realizzate nel Lazio, prepareremo una ventina di giovani, scelti dai Comuni associati, perché siano pronti a supportare l'associazionismo e a costruire un'offerta integrata. Il modello per associare i Comuni c'è' basta personalizzare quello esistente da 11 anni nel Lazio e in fase di applicazione in Toscana. Il modo per preparare i giovani del territorio sarà quello della Formazione-Intervento che ha già contribuito a creare nel Lazio ben sei associazioni giovanili che già cominciano ad acquisire finanziamenti e a lavorare a supporto dei Comuni associati”.

Adesso la parola passa agli amministratori dei comuni foggiani. Chi vorrà aderire all'Associazione basterà che esprima la propria volontà di adesione e che indichi un gruppo di laureati tra cui scegliere quelli che frequenteranno il programma di preparazione offerto da Impresa Insieme. Il consigliere Cusenza ha dato 10 giorni di tempo. Di Gregorio conta di far partire il programma alla fine di aprile.

Alcuni comuni, come Lucera, San Marco in Lamis, Celle di San Vito, Orsara e Deliceto hanno già dato la loro approvazione all'iniziativa. Il sindaco di Celle di San Vito, Palma Maria Giannini, ha invitato a prendere in considerazione anche i giovani diplomati del "Turistico", il vicesindaco di San Marco in Lamis, Raffaele Fino, ha affermato che gli itinerari culturali costituiscono una sollecitazione importante all'associazionismo e la proposta è un'opportunità da non perdere. Alcuni giovani presenti, formati da Di Gregorio - a Foggia e a Roma - hanno testimoniato la validità del metodo di preparazione e sono stati felici di rincontrare il loro metodologo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento