Fiat Punto assicurata a 5mila euro, Vigili ad Arcuri: “Tutto regolare e legale”

L'assessore Arcuri chiama e la Polizia Municipale risponde: "Si tratta di autovetture obsolete e che hanno un alto tasso di incidentalità". Un'altra Punto assicurata a 2mila euro

Non ci sarebbe solo una Fiat Punto assicurata al "modico" prezzo di 5.313 euro con Ina Assitalia, come rivelato ieri dal capogruppo de La Destra in consiglio comunale, Bruno Longo (autore di un'interpellanza urgente inviata, tra gli altri, a Prefetto, Corte dei Conti e Procuratore della Repubblica).

A scandagliare i tagliandi delle auto della Polizia Municipale di Foggia di spreco di denaro pubblico ne spunta un altro, certo non esoso quanto il primo, ma comunque intollerabile: una seconda Fiat Punto, la cui polizza è costata 2.053 euro. Parliamo, sia chiaro, di premi dalla validità annuale.

Ad ammetterlo tristemente l'assessore al ramo, Franco Arcuri, appena chiamato in giunta e per il quale il "benvenuto" riservatogli non è certo dei migliori. Appresa la scandalosa notizia ieri, Arcuri ha provveduto immediatamente a chiedere chiarimenti al comando di Polizia Municipale.

Laconica la risposta pervenutagli: tutto regolare e legale, in entrambi i casi si tratta di autovetture obsolete e che hanno un alto tasso di incidentalità. E, a parer di chi ha provveduto a stipularle, tanto dovrebbe bastare come giustificazione ai cittadini, ormai costretti a fare i conti alla terza settimana del mese per racimolare gli spiccioli. Ma così non è, anzi.

Perchè assicurare un veicolo ad un costo che è dieci volte il suo stesso valore, tanto più in tempo di vacche magre e con il Comune in pre-dissesto (è di ieri l'aumento dell'aliquota anche sulla prima casa per chiudere i bilanci) scatena l'indignazione collettiva: signori, benvenuti in un altro centro di spreco, l'ennesimo. E la politica questa volta non c'entra. Ma c'entra chi, presso il comando della Polizia Municipale, è incaricato di occuparsi del parco auto.

E l'assessore, che ha avviato un'indagine interna, sta cercando di capire proprio questo, promettendo sanzioni ove se ne riscontri una precisa responsabilità. Quindi, nel maldestro tentativo di tamponare la portata della scandalosa vicenda, garantisce: "entrambe le fiat l'anno prossimo verranno rottamate".

E rassicura: "Ho controllato personalmente: su un parco auto di 30 vetture, quasi tutte Fiat Panda e Fiat Stilo, quelle citate sono le uniche polizze onerose. 5 auto sono a noleggio mentre il resto dei tagliandi si attesta intorno ad una media di 6-700 euro. Alcuni premi, che non superano le 400 euro, sono addirittura inferiori ai prezzi di mercato. Diverse le compagnie assicurative".

Ma la domanda resta: è così difficile comprendere che assicurare un'auto di modesta cilindrata per oltre 5mila euro rappresenta uno schiaffo non solo alla città, ma allo stesso Corpo di Polizia Municipale, ormai costretto a riciclare anche divise e ricetrasmittenti e a garantire a malapena i servizi essenziali con quei soldi, sempre insufficienti, che arrivano da un Comune in forti difficoltà? Ma questi signori, che hanno contratto la polizza, l'avrebbero fatto con la propria auto ed i propri soldi? Basterebbe rispondere a queste semplici domande prima di maneggiare, con estrema disinvoltura, il denaro dei foggiani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento