Leonardo, licenziati 25 padri di famiglia: assemblea pubblica davanti ai cancelli

Prevista per venerdì 5 gennaio dalle 10 alle 12 davanti a “Leonardo”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Due richieste di chiarimenti e di confronto cadute nel vuoto, 25 padri di famiglia licenziati”. È questo il quadro della situazione delineato da Daniele Calamita (segretario provinciale Cgil Foggia e responsabile Nidil), Ciro Di Gioia segretario genarale Fiom Cgil Foggia, Elena De Matteis, segretaria generale Felsa Puglia, Marcellino Miroballo, segretario generale Uilm, Enzo Pizzolo, segretario generale Uiltemp Foggia in relazione a quanto accaduto il 30 dicembre scorso ai lavoratori in somministrazione presso Morex: “quel giorno l’agenzia Etjca che somministrava il personale all’azienda Morex, che lavorava in appalto presso 'Leonardo', ha comunicato l’interruzione dello stesso ed il licenziamento del personale. Nel frattempo Fata (controllata al 100% da Leonardo), in barba a qualsiasi logica di trasparenza e in contraddizione con l’internalizazzione delle attività produttive (linee condivise a livello nazionale); ed ha affidato la selezione all’agenzia Adecco, che ha richiamato 14 ex dipendenti Etjca, ed aggiungendo cinque nuove assunzioni e lasciato a casa altri 25 padri di famiglia che da anni lavoravano nel sito”, affermano Nidil Cgil-Felsa Cisl-Uiltemp Uil che rimarcano “il mancato confronto con le parti interessate e la necessità di un’assemblea pubblica che si terrà il 5 gennaio dalle 10 alle 12 davanti ai cancelli di Leonardo. In quella sede si valuterà con i lavoratori la situazione e l’avvio delle azioni sindacali”.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento