Economia

Bandiere Arancioni, i Monti Dauni conservano il primato in Puglia: confermati i 'magnifici 7' borghi

Pietramontecorvino, Alberona, Troia, Orsara di Puglia, Bovino, Sant'Agata di Puglia e Rocchetta Sant'Antonio superano la verifica del Touring Club Italiano per il triennio 2021-2023

I Monti Dauni confermano il primato in Puglia delle Bandiere Arancioni. I borghi di Pietramontecorvino, Alberona, Troia, Orsara di Puglia, Bovino, Sant'Agata di Puglia e Rocchetta Sant'Antonio hanno superato le verifiche del Touring Club Italiano e ottenuto la certificazione anche per il triennio 2021-2023.

Delle 262 Bandiere Arancioni assegnate oggi, 11 sono le new entry (nessuna in Puglia), e 251 le conferme, comprese le 12 località pugliesi. In provincia di Bari c'è Locorotondo, Cisternino e Oria in provincia di Brindisi, Corigliano d'Otranto e Specchia nel Leccese, e i magnifici sette della provincia di Foggia la rendono la più arancione della Puglia.

È  l'elenco delle destinazioni eccellenti, mete ideali per l'estate, località che il Touring Club italiano seleziona e certifica dopo un'attenta e approfondita analisi basata su oltre 250 parametri. Sono luoghi che rispondono ai crescenti bisogni di tranquillità, vita all’aria aperta, cibo genuino, vacanza all’insegna del benessere e dell’autenticità.

La Bandiera Arancione è pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

Il marchio ha una validità temporanea: ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del Tci che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo.

Le 262 Bandiere Arancioni assegnate oggi rappresentano delle eccellenze che hanno superato un’approfondita e attenta selezione. Su oltre 3.200 candidature analizzate in 23 anni, solo l’8% ha ottenuto il riconoscimento. Inoltre - attraverso piani di miglioramento ad hoc -  Touring Club Italiano accompagna i territori verso l’innalzamento della qualità dell’offerta: 46 Comuni (circa il 18% dei certificati) hanno ricevuto la Bandiera Arancione in seconda istanza, dopo aver attuato i suggerimenti ricevuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiere Arancioni, i Monti Dauni conservano il primato in Puglia: confermati i 'magnifici 7' borghi

FoggiaToday è in caricamento