Con Apulia Digital Maker corsi gratuiti per entrare nel mondo del lavoro: iscrizioni aperte a Foggia

4 studenti su 5 passano subito dagli ITS al lavoro. Aperte le iscrizioni ai corsi gratuiti post diploma. Maria Elvira Consiglio, presidente della Fondazione, presenta il progetto

Apulia Digitale Maker

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per i due corsi post-diploma dell’ITS Apulia Digital Maker, primo Istituto Tecnico Superiore di Foggia e provincia, e unico nel Sud Italia, che propone  percorsi didattici destinati a formare professionisti nell’ambito dell’innovazione digitale.

Abbiamo intervistato Maria Elvira Consiglio, presidente della Fondazione Apulia Digital Maker – composta da Enti Territoriali, Università, imprese - che ha dato vita a  questa nuova realtà che rappresenta, di fatto, un’inedita alternativa per tutti i giovani diplomati che intendono entrare subito nel mercato del lavoro. 

Qual è l’obiettivo di questo nuovo Istituto Tecnico Superiore, che nasce in seguito ad un bando regionale in cui la proposta formativa della Fondazione che presiede è risultata prima in Puglia?

Molto in sintesi, possiamo affermare che l’obiettivo dell’ITS foggiano è quello di tutti gli ITS nazionali istituiti dal MIUR: formare tecnici specializzati per rispondere alla crescente richiesta del mondo dell’impresa - locale, nazionale ed europea - di giovani professionisti da impiegare nelle aziende per favorire uno sviluppo reale dei processi produttivi. Molto spesso il mondo della scuola, compreso quello accademico, non riesce a soddisfare la reale richiesta del mercato di disporre di figure professionali in grado di risultare subito operative e rapidamente integrabili nel sistema lavorativo.

Gli ITS, invece, calibrano la propria offerta didattica sulle reali esigenze delle imprese, in particolare quelle del territorio. Infatti, i percorsi formativi -biennali- prevedono che oltre il 40% delle complessive 1.800 ore si svolga direttamente nelle aziende, attraverso intensi periodi di tirocini e stage. Inoltre, la maggioranza dei docenti proviene proprio dal mondo del lavoro. Questo permette ai corsisti di “imparare facendo”, sperimentando l’inserimento nel contesto del lavoro per cui vengono formati. Una dinamica che, al tempo stesso, permette alle aziende di conoscere ed apprezzare benissimo le potenzialità dei giovani, risorse immediatamente impiegabili dopo il conseguimento del Diploma di Tecnico Superiore, riconosciuto a livello nazionale e situato al V livello del Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento EQF.

I dati statistici ci dicono che quattro studenti su cinque passano dallo studio negli ITS al lavoro, dopo circa sei mesi dal diploma. Seppure non ancora conosciutissimi, i risultati degli ITS su scala nazionale sono più che incoraggianti.

La formula del sistema degli ITS, articolato in sei macroaree produttive di riferimento, è stata studiata per offrire una connessione diretta col mondo delle imprese, che sono soggetti attivi nella gestione dell’intero progetto formativo. Ad esempio, l’ITS Apulia Digital Maker - nato nell’ambito dell’area 6, quella delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione - propone una formazione specifica nel campo dell’innovazione digitale e tecnologica, priorità assoluta del mercato attuale. I piani didattici dei due corsi, Multimedia Producer e Digital Farmer, sono stati strutturati in stretta collaborazione con i numerosi e prestigiosi partner dell’ITS. Parliamo di un team che vede coinvolto non solo il comparto imprenditoriale ma anche il mondo della Ricerca, come gli Atenei di Foggia e Bari, il CNR, e vari organismi istituzionali.

Quali sono gli sbocchi professionali al termine  dei due corsi?

Premesso che si tratta di due novità assolute nel panorama dell’offerta formativa del MIUR, possiamo sintetizzare dicendo che il corso di Multimedia Producer formerà tecnici specializzati nella realizzazione di prodotti d’avanguardia nel campo della Realtà Aumentata, progettazione in 3D, Virtual Reality, videomaking ecc. Una qualifica professionale largamente spendibile in molti contesti, dato che il settore che richiede questo tipo di professionisti è estremamente trasversale. Ad esempio tra i partner di progetto c’è l’Apulia Film Commission, ma anche molte aziende leader nel settore delle produzioni audiovisive e multimediali.

Il Digital Farmer è invece il tecnico qualificato - con competenze nelle architetture IoT, Droni, Machine Learning, Smart & precision agricolture - dei sistemi digitali innovativi nel settore agricolo e zootecnico, il comparto produttivo più importante del nostro territorio. Infatti, oltre al CNR e il DARE, sono coinvolte le maggiori aziende dell’agroalimentare  di Puglia e multinazionali dell’Informatica come Ntt data e  Net Trotter (n.d.r. La lista completa è sul sito apuliadigitalmaker.it).

Quali sono i costi e le modalità di iscrizione?

La Fondazione Apulia Digital Maker ha stabilito che per questo primo anno i 50 neodiplomati (25 per corso) che supereranno le selezioni – che consistono in test di cultura generale e un colloquio motivazionale - frequenteranno i corsi gratuitamente. Una scelta strategica per agevolare le famiglie che intendono cogliere la formidabile opportunità di far seguire ai loro ragazzi un percorso formativo altamente qualificato, senza andare lontano da casa o sostenere costi proibitivi. Inoltre, va precisato che oltre al diploma e alle certificazioni su accennate, i corsisti conseguiranno anche  il livello B 2 di lingua inglese, certificato dal Cambridge Institute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bando, la domanda  di ammissione e tutte le informazioni sui due corsi sono pubblicati sul sito www.apuliadigitalmaker.it, dove sono dettagliatamente illustrati i requisiti e le modalità di ammissione ai due corsi biennali, a cui possono iscriversi cittadini comunitari o extracomunitari, residenti in Italia, al momento della domanda, e che non abbiano superato i 30 anni di età. Per informazioni è possibile comunque chiamare il numero 0881746122 o mandare una mail all’indirizzo info@apuliadigitalmaker.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento