Pista ciclabile ad Apricena, il Comune si candida al bando regionale: in palio 800mila euro per collegare i punti nevralgici della città

L'annuncio da parte dell'Assessore ai lavori pubblici Paolo Dell'Erba: "Siamo fiduciosi anche in questo caso che otterremo un bel risultato come già accaduto molte volte negli ultimi anni"

Continua senza sosta l'attività di programmazione dell'Amministrazione comunale di Apricena. 

L'Assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Dell'Erba, notizia la Città dell'ennesimo progetto candidato alla Regione Puglia. "Nella seduta di giunta dello scorso 11 Luglio, abbiamo deliberato l'approvazione definitiva e la candidatura del progetto per la realizzazione di una bella pista ciclabile, che collega i punti nevralgici di Apricena" - dichiara l'assessore - "un progetto di 800mila euro che va ad aggiungersi ai tanti già prodotti, candidati e in attesa di risposta dalla Regione Puglia. 

Siamo fiduciosi anche in questo caso che otterremo un bel risultato come già accaduto molte volte negli ultimi anni. Tanti progetti candidati, tanta programmazione, tanti soldi che arrivano ad Apricena, tanti cantieri e miglioramento per la nostra qualità urbana. Continuiamo imperterriti, con ancora più determinazione sulla strada intrapresa, per rendere ancora più vivibile, attraente e bella la nostra città" - conclude Dell' Erba.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento