menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Comune di Foggia

Comune di Foggia

Assestamento di Bilancio: lavori sull’isola pedonale e 235mila euro per i senzatetto

Nelle variazioni in aumento c'è un relativo capitolo per fitto dei locali ai senza tetto per 235mila euro, in relazione all'inasprirsi dell'emergenza abitativa

Il Consiglio comunale di Foggia ha votato a maggioranza l’assestamento al Bilancio di previsione 2015.  “Grazie all'assestamento di bilancio, ai sensi dell'art. 174, comma 8, del D.Lgs. 267/2000, l'Amministrazione comunale ha proceduto con una verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva, al fine di assicurare il mantenimento di bilancio. Attività che coinvolgono tutti i servizi dell'ente per una ricognizione generale e per avere un quadro della situazione più chiaro dopo la votazione del bilancio di previsione che avviene nei primi mesi dell'anno. Una ricognizione che ci ha confermato il pareggio nel bilancio di previsione 2015” ha detto in aula l'assessore al Bilancio, Annarita Tucci.

Le voci interessate in entrata sono il Fondo di solidarietà comunale, contributi spettanti per fattispecie specifiche di legge, contributi per interventi dei Comuni e delle Province (ex contributo sviluppo investimenti), contributo minor gettito Imu/Tasi D.L. 16/2014, contributo regionale per fornitura gratuita e semi gratuita per libri di testo a famiglie meno abbienti.

L'altra variazione in contropartita con la spesa è riferita ai contributi regionali destinati agli inquilini morosi incolpevoli e contributi regionali destinati ai soggetti sottoposti a procedure di rilascio per finita locazione, i contributi per premialità intervento regionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, il fondo nazionale non autosufficienza, il fondo globale socio assistenziale, il fondo nazionale politiche sociali, i buoni servizio di conciliazione infanzia ed adolescenza, i contributi regionali destinati al lavoro minimo di cittadinanza e le risorse regionali per l'espletamento della funzione Uma.

Queste le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Landella: “Nonostante il taglio di 5 milioni di euro operato dal governo sui trasferimenti statali, il documento contabile si mantiene nei binari dell’equilibrio, confermando il fatto che questa sia una amministrazione virtuosa. Sul lato degli investimenti abbiamo evidenziato le spese per interventi di ripristino dei parchi giochi comunali e per gli interventi su via Lanza e piazza Giordano, finalizzati all'ampliamento dell'isola pedonale che ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini, oltre un adeguamento inflattivo di natura contrattuale con ATAF SpA, pari a 378mila euro, al netto del corrispettivo già liquidato per l’anno 2015.

EMERGENZA ABITATIVA. “Nelle variazioni in aumento c'è un relativo capitolo per fitto dei locali ai senza tetto per 235mila euro, in relazione all'inasprirsi dell'emergenza abitativa dell'ultimo mese. Sono passati anni, precisamente sei, da quando alcuni imprenditori hanno partecipato al bando per l'housing sociale per la città di Foggia per alleviare l'emergenza abitativa. Da allora, però la Regione Puglia nicchia, mostrando scarsa sensibilità nei confronti dei cittadini foggiani, mentre i programmi per la riqualificazione delle periferie sono ancora bloccati. Utilizzando la leva dell'emergenza abitativa, in questa città ci sono stati programmi che in realtà non hanno portato nessun beneficio, come i 32 alloggi che il Consorzio coop casa avrebbe dovuto cedere al Comune di Foggia e che non ha ancora realizzato, in quanto la precedente Amministrazione, su sollecitazione di alcuni residenti della zona 167, ha voluto ricollocare, rimodulando così il Piano di edilizia economica e popolare. Decisione, peraltro, messa in discussione da una sentenza del Consiglio di Stato. Sugli Accordi di programma, ex Prusst, chiederemo a chi ha presentato dei progetti la proporzionalità di quanto realizzato, anche se in misura minore rispetto a quanto stabilito in un primo momento. Faccio un nuovo appello ai rappresentanti foggiani in Consiglio regionale affinché portino a Bari l’esasperazione di numerose famiglie, anche in relazione del fatto che l’Arca Capitanata non ha realizzato un solo alloggio negli ultimi dieci anni nella città di Foggia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Attualità

Gestione dell'emergenza: la Puglia è ultima nella classifica di gradimento. Sui vaccini Emiliano "solleva Lopalco" e si affida a Lerario

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento