Il Teatro Giordano non aprirà entro gennaio: sfuma così l'ipotesi di un Mongelli bis

Pippo Cavaliere: "Ritardo provocato dalla procedura risarcitoria avviata da Ra.Co.", che vuole 4,3 milioni di euro dal Comune di Foggia

L'amministrazione comunale ha provveduto, lo scorso 7 novembre, all’affidamento provvisorio dei lavori di completamento dell’adeguamento a norma del Teatro Comunale ‘Umberto Giordano’. Ad aggiudicarsi i lavori è stata l'impresa Edilcostruzioni srl, per un importo di 266.121,50 euro, oltre gli oneri della sicurezza, già finanziato dall'assessorato al Bilancio.

La procedura tecnica si è svolta nel rispetto della tempistica programmata e degli impegni assunti, così come la consegna dei lavori sarebbe potuta avvenire con immediatezza, all'esito delle attività preliminari svolte dal consulente tecnico d’ufficio nominato dal Tribunale a seguito della richiesta di accertamento tecnico preventivo avanzata dall'impresa RA.CO., esecutrice dei lavori di restauro, che ha avanzato pretese risarcitorie per un importo di 4.3 milioni di euro.

L’inizio dei lavori, invece, è stato rinviato alla prima settimana di gennaio, data in cui il CTU si è impegnato a portare a termine l’incarico conferitogli. Il direttore dei lavori architetto Giuseppe Casolaro, come anticipato in una missiva inviata al Comune e confermato nel sopralluogo del 19 novembre, ha chiesto che non venisse modificato lo stato dei luoghi fino al completamento dell’accertamento tecnico preventivo. A tale richiesta, ritenuta legittima in punto di diritto dal CTU, si è associata l’impresa RA.CO.srl.

“Nel corso del precedente sopralluogo, tenutosi nel mese di ottobre alla presenza del CTU, non erano state sollevate obiezioni alla rapida conclusione delle prime attività peritali ed all’avvio delle opere di completamento – commenta l’assessore alla Programmazione Pippo Cavaliere – A dimostrazione di un clima di proficua collaborazione finalizzato alla restituzione, prima possibile, del teatro alla cittadinanza. La premessa, ovvia, è che sarebbero stati adottati tutti gli accorgimenti necessari a non pregiudicare in alcun modo la verifica da parte del CTU delle pretese risarcitorie avanzate dall’impresa esecutrice.

La pregiudiziale posta il 19 novembre, evidentemente legittima, ha come effetto pratico lo slittamento di 45 giorni dell'avvio dei lavori programmati dal Comune. Superando il rammarico per il mancato avvio dei lavori di completamento, non possiamo far altro che affrontare con ottimismo e spirito costruttivo l'ennesimo, speriamo ultimo, ostacolo frapposto alla conclusione di un appalto pubblico particolarmente complesso nel suo sviluppo – conclude Pippo Cavaliere – e siamo pronti a dar corso ai lavori un secondo dopo il deposito della perizia, previsto come detto per i primi di gennaio. La durata prevista dei lavori è di tre mesi”.

Sfuma così l'ipotesi di un Mongelli bis, che aveva legato la sua candidatura alla guida della città, alle sorti del Teatro Giordano: "Mi candido...ma se il Giordano apre entro gennaio" aveva detto. E che per la vicenda, qualche settimana prima, aveva ricevuto anche il provolone a forma di teschio dagli inviati di Striscia la Notizia, Fabio e Mingo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento