Economia

Spreco di energia, il Comune ingaggia consulente esterno: ci costerà 40mila euro

Mansioni che fino a ieri erano espletate direttamente dagli uffici dei Lavori Pubblici. L'incarico all'ing. Antonio Bruno è annuale ma prorogabile

Bollette salate? Spreco diffuso? Da oggi Pantalone-Comune di Foggia intende non pagare più. Si cambia musica. Il consulente esterno appena ingaggiato a Palazzo di Città dall'amministrazione Landella servirà proprio a questo. Arriva l'Energy Manager, l'esperto dell'"uso razionale di energia. Ad espletare questo compito sarà l'ingegnere Antonio Bruno, scelto dalla commissione esaminatrice preposta lo scorso 22 dicembre e già noto alle cronache locali per essere il RUP del progetto di allungamento della pista del Gino Lisa. Sarà lui l'incaricato a produrre risparmio. 

Dovrà revisionare tutti i contratti di fornitura energetica degli immobili comunali, predisporre bilanci per ottimizzare costi e ridurre l'impatto ambientale, intercettare fondi di finanziamento, valutare di interventi impiantistici per migliorare l'efficienza energetica dei fabbricati comunali nonché predisporre gli atti di gara per la scelta del nuovo gestore sul libero mercato. Mansioni che fino a ieri erano espletate direttamente dagli uffici dei Lavori Pubblici.

Ma le figure interne non avranno brillato per efficienza se è vero che serve una figura esterna ora, un professionista. Il costo? 40mila euro all'anno, 39.900 per la precisione (oltre Cnpaia e Iva), somma che permette all'amministrazione Landella di affidarsi (come è avvenuto) ad una rapida e più semplice manifestazione di interesse per la scelta del consulente. Ma son soldi spesi bene, sembra dire la determina firmata dal responsabile unico del procedimento, l'ingegnere Potito Belgioioso.

Peraltro si tratta di una cifra "presunta massima", si legge ancora, "ed è da calcolarsi nella percentuale del 15% dei risparmi energetici conseguiti dall'ente" (vale a dire, su 100mila euro di risparmio, 15mila euro per il professionista; se il risparmio è zero, per logica, il consulente dovrebbe non guadagnare nulla). L'incarico è annuale ma prorogabile. "Qualora non intervenga disdetta da una delle parti - recita la determina - il contratto si intende tacitamente rinnovato alle medesime condizioni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spreco di energia, il Comune ingaggia consulente esterno: ci costerà 40mila euro

FoggiaToday è in caricamento