Aniem si apre alle imprese edili foggiane: “Un aiuto per combattere la crisi economica”

L’Aniem nazionale e regionale ha così deciso di costituire la delegazione Confimi della provincia di Foggia con Nicola Vasciarelli presidente e Luigi Manes segretario

Nicola Vasciarelli

 Una nuova sfida per combattere la crisi economica. A lanciarla l’Aniem-Confimi Impresa, che si mette al “capezzale” delle piccole medie imprese di Capitanata, proponendo aiuto e supporto alle aziende. L’Aniem scende in campo vista la richiesta pervenuta da un numero elevato di imprese edili che hanno richiesto aiuto e supporto per la mancanza di una tutela dei loro interessi economici e sociali sul territorio.

 

L’Aniem nazionale e regionale ha così deciso di costituire la delegazione Confimi della provincia di Foggia con Nicola Vasciarelli presidente e Luigi Manes segretario. “Questa delegazione edile - spiegano Vasciarelli e Manes - rappresenterà sul territorio tutte le sue aziende, al fine di meglio affrontare sui tavoli di concertazione, le problematiche cui versa il settore e il suo indotto”.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’Aniem-Confimi della Provincia di Foggia è già al lavoro per meglio strutturare i propri servizi  di qualità sul territorio e individuare un miglior approccio di concertazione con le organizzazioni sindacali e Enti locali per meglio rappresentare le centralità del settore edile». In provincia di Foggia, tra le altre cose l’Aniem vuole incidere sul cuneo fiscale per abbattere il costo del lavoro più alto d’Europa; intervenire sull’IRAP e sul costo energetico, intervenire sul tema dei ritardi dei pagamenti della P.A., e imprese; avviare nuove relazioni industriali per giungere a un unico quadro normativo di riferimento; rivisitare i rapporti con l’Unione Europea; avviare un rapporto trasparente con il mondo del credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento