Nasce Amgas Blu Srl: investimento di 11, 7mln del gruppo Ascopiave

Annunciati investimenti su qualità dei servizi e sviluppo della rete commerciale. Opererà utilizzando le stesse strutture e lo stesso personale: 8 dipendenti ai quali è stata garantita la tutela occupazionale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Da questa mattina è operativa Amgas Blu Srl, la società di vendita del gas la cui proprietà è suddivisa tra Ascoblu Srl (80%) e Amgas SpA (20%). 11,7 milioni di euro il costo dell’acquisizione della maggioranza azionaria da parte della società che fa capo al gruppo Ascopiave quotato in borsa e, a sua volta, controllato da una holding partecipata da 93 Comuni.

La nuova società gestirà i clienti della vecchia Amgas Blu SpA, pari alla quasi totalità delle utenze foggiane, ed opererà utilizzando le stesse strutture e lo stesso personale: 8 dipendenti ai quali è stata garantita la tutela occupazionale. Identico anche il fornitore della materia prima: sarà Sinergie Italiane, altra società della galassia Ascopiave, che vende all’incirca 8 miliardi di metri cubi di metano all’anno ed è, quindi, tra i maggiori operatori italiani.

E’ il primo investimento del genere del gruppo trevigiano in Puglia e al Sud, motivato da “l’evoluzione del mercato, che spinge gli operatori a stabilire alleanze strategiche per realizzare le necessarie economie di scala – ha affermato il presidente di Ascoblu Srl, Flavio Battista Noi abbiamo colto l’opportunità di farlo, valorizzando la nostra identità societaria e preservando una positiva relazione con i soggetti pubblici del territorio”.

Il rispetto delle realtà territoriali “è il nostro valore aggiunto – ha aggiunto l’amministratore delegato di Amgas Blu Srl, Salvatore Cravena – Manterremo e potenzieremo i servizi di front office già attivi, e graditi alle associazioni dei consumatori; così come attiveremo una strategia di sviluppo che ci consentirà di preservare i livelli occupazionali e, speriamo, di incrementarli, valorizzando le competenze territoriali”.

Sono state già delineate le direttrici strategiche: articolazione dell’offerta commerciale; vendita di ulteriori servizi, a partire dall’energia elettrica; commercializzazione del gas nei comuni della Capitanata; partnership con altre società di matrice territoriale locale. “In ciascuna di queste attività e azioni opereremo ricercando la qualità e mettendoci la faccia – ha chiosato Battista – perché riteniamo sia importante e utile offrire ai cittadini un servizio diverso”. Affermazione in “perfetta continuità operativa con la strategia attuata nei mesi trascorsi dall’aggiudicazione della gara ad oggi – ha commentato Alfonso De Pellegrino, amministratore unico di Amgas Blu SpA – grazie alla quale abbiamo recuperato quote di mercato e ottenuto l’importante riconoscimento di Azienda aperta al consumatore

Il completamento della cessione dell’80% del capitale di Amgas Blu Srl, le cui procedure sono state avviate nel giugno 2010, “ci consente di chiudere con successo la seconda fase del complesso processo di ristrutturazione del debito – ha commentato il presidente di Amgas SpA, Massimo Russo e di affrontare con maggiore serenità il futuro, consapevoli di poter contare su un partner di assoluto rilievo e grande solidità”.

Oggi si avvia una sinergia operativa finalizzata al miglioramento della qualità del servizio e allo sviluppo della società stessa – ha aggiunto il sindaco, Gianni Mongellia vantaggio dei cittadini, di Amgas e del Comune di Foggia, che svolgerà appieno e con spirito di collaborazione il ruolo di garante dei cittadini e dei consumatori”.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento