Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

LETTERE | "Amendola, un'opportunità concreta per il rilancio del territorio"

Lettera aperta del Direttore della Compagnia delle Opere Foggia, Massimo Mezzina: “L’annuncio del ministro Mauro è epocale”

Massimo Mezzina

Gentile Direttore, Gentile Redazione,

Adesso tocca a noi. Dopo tante parole, polemiche, giochi di potere, Foggia e la sua provincia, in testa il Gargano, possono avere un aeroporto, possono avere ciò che oggi è fondamentale per rilanciare il turismo, uno dei settori più importanti della Capitanata.

L’annuncio dato dal Ministro Mauro durante la conferenza stampa è, senza paura di poter essere smentito, epocale. Epocale per il contenuto della sua dichiarazione. Mai avremmo immaginato che realmente la pista dell’Amendola potesse essere messa a disposizione dall’Aeronautica Militare per il decollo e l’atterraggio di voli civili. E questo era il sentiment che in alcuni circolava anche quando lo scorso giugno lo stesso Ministro si impegnò a realizzare uno studio di fattibilità per questa operazione.

Un certo scetticismo sembrava imperare, con l’idea che si sarebbe trattato del solito annuncio propagandistico al quale poi non ci sarebbe stato seguito alcuno o che al limite ci saremmo poi trovati di fronte ad un esito negativo di tale verifica. A dimostrazione, anche in questo caso, che i primi detrattori delle nostre potenzialità molto spesso siamo noi stessi, vittime tante volte di un pessimismo senza confini, sempre più disillusi anche di fronte ad evidenti positività.

Certo, come lo stesso Ministro ha più volte sottolineato, è un primo passo, un primo tassello che si va a posizionare nel percorso di rinascita, non solo economica, della Daunia. Occorrerà ora massimizzare gli sforzi da parte di tutti perché questa chance non vada persa e che si possa tutti insieme rendere percorribile la strada del cambiamento strutturale della nostra terra, partendo da ciò che negli ultimi anni è diventato molto spesso il simbolo del piangerci addosso e del reclamare contro la “Regione matrigna che non pensa ai suoi figli foggiani”.

Dico questo non per dire che le scelte di via Capruzzi siano state sempre improntate all’imparzialità (o almeno così non è parso), ma per reclamare invece la necessità di essere coesi, non tanto e non solo nel rivendicare, quanto invece nel progettare, nel costruire, nell’esprimere appieno le potenzialità e le capacità che abbiamo. E’ quanto emerge, mi pare, nell’impegno anche di alcuni amministratori regionali di casa nostra. Non serve reclamare, occorre proporre.

Ecco perché la vicenda di Amendola e della sua messa a servizio delle esigenze del territorio rappresenta in un certo senso un punto di non ritorno. Se non sapremo tutti insieme, istituzioni, classe imprenditoriale, società civile, semplici cittadini, ciascuno per il proprio, cogliere questa opportunità, ci troveremo condannati ad un inesorabile declino, umano e culturale, prima ancora che economico.

Cogliere l’opportunità vorrà dire in concreto attivare immediatamente un percorso costruttivo per rendere davvero percorribile la strada che oggi ci è proposta, nell’attesa che il Gino Lisa si veda rafforzato dagli importanti investimenti messi in programma e che per nessun motivo dovremo trascurare. A questo riguardo peraltro, immaginare anche un’immediata riattivazione di voli di linea, pur di piccole dimensioni, dallo stesso scalo di viale degli Aviatori, sarebbe un segnale forte per lavorare su un’acquisita centralità dello storico scalo foggiano. Una centralità che bene fa l’ente camerale, insieme ad altri attori istituzionali territoriali, a difendere e valorizzare con ogni mezzo.

E’ quanto noi stessi ci impegneremo a portare avanti, in una logica di stimolo e di dialogo con le Istituzioni perché le imprese di Capitanata possano essere concretamente sostenute nel loro rilancio. Un rilancio che non può non passare attraverso una migliore dotazione infrastrutturale a supporto dell’economia turistica, commerciale e industriale del nostro territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTERE | "Amendola, un'opportunità concreta per il rilancio del territorio"

FoggiaToday è in caricamento