Il Reddito di Dignità 'salva' 655 famiglie in due anni, quasi una al giorno: ecco i dati di Cerignola e dintorni

I dati sono stati diffusi dall'Ambito territoriale a margine della conferenza stampa promossa a Bari da Michele Emiliano per fare il punto sugli strumenti di contrasto alla povertà istituiti nel 2016

Sono stati 170 in totale gli utenti presi in carico dall’Ambito territoriale di Cerignola dall’anno 2016 nell’ambito dei programmi SIA e RED e 142 coloro che hanno beneficiato del lavoro di comunità e dei tirocini. Per una somma di 312 utenti ed una spesa rendicontata di 274.824,00 euro.

Cifre a cui si aggiungono i beneficiari del REI, partito nel dicembre 2017, e che vede al 29 febbraio 2019 343 utenti presi in carico dall’Ambito territoriale di Cerignola.

Complessivamente, 655 famiglie dei cinque Comuni afferenti all’Ambito hanno in due anni ottenuto risposte volte al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all’inclusione sociale.

Le cifre sono state presentate ieri a Bari, nell’ambito della Giornata dedicata al Reddito di Dignità pugliese, alla presenza del presidente della Regione Michele Emiliano, dell’assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri e della consigliera del Presidente per l’Attuazione del programma Titti De Simone. Un pubblico incontro per fare il punto sugli esiti e le prospettive di questo strumento di contrasto alla povertà istituito dalla Regione Puglia nel 2016. 

 “I numeri del nostro Ambito ci rendono certamente soddisfatti del lavoro svolto ma ci descrivono anche una situazione sempre più estesa di bisogno- commenta il presidente del coordinamento istituzionale dei Comuni, Rino Pezzano-. Basti guardare a quanti utenti hanno avanzato istanza per accedere a queste misure ottenendo l’idoneità, senza che però a questa corrispondesse la possibilità di presa in carico”.

Nel dettaglio, dal 2016 sono state 617 complessivamente le istanze inoltrate per l’ottenimento del SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva) e del RED. 248 i beneficiari ammessi. 170 gli utenti presi in carico, di cui 71 per il RED, 99 hanno beneficiato invece dell’integrazione SIA/RED. Cifre così ripartite nei comuni d’Ambito: 130 a Cerignola, 19 ad Orta Nova, 13 a Carapelle, 6 a Stornara, 2 a Stornarella, 0 ad Ordona.

142 invece gli utenti che hanno usufruito del Lavoro di Comunità. Nello specifico: 109 a Cerignola, 13 a Carapelle, 12 ad Orta Nova, 6 a Stornara, 2 a Stornarella,  0 ad Ordona. 28 i tirocini formativi, così ripartiti: 21 a Cerignola, 7 a Orta Nova.

Complessivamente, la spesa rendicontata per tutte le misure è stata di 274.824,00 euro.

Per ciò che concerne invece il REI (avvio dicembre 2017), 1108 sono state le domande inoltrate nella prima fase, 419 le ammesse. 344 le prese in carico. Così ripartite: 238 a Cerignola, 51 ad Orta Nova, 34 a Carapelle, 13 a Stornara, 8 a Stornarella.

Per la misura RED 2018, 317 le domande, 48 gli ammessi, 30 i presi in carico (poi 29, uno ha rinunciato), così ripartiti: 23 a Cerignola di cui 20 lavoro di comunità e 3 tirocini formativi; 6 a Orta Nova come lavoro di comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento