Alidaunia, è a Foggia "una delle aziende più moderne del mondo": a bordo di elicotteri si soccorrono e salvano vite umane

Un corso di addestramento avanzato per gli operatori di centrale 118 per l'elisoccorso, di formazione per l’emergenza sanitaria in volo con lo scopo di illustrare le potenzialità, le peculiarità, i criteri di attivazione e le possibilità dell’utilizzo dell’HEMS

Elicotteri Alidaunia

“Questa è un’occasione importantissima, un corso di addestramento avanzato per gli operatori di centrale 118 per l'elisoccorso. Oggi, qui a Foggia, stiamo addestrando il personale delle centrali operative del 118, medici ed infermieri, ad utilizzare nel migliore dei modi le possibilità offerte dagli elicotteri. Nel futuro, l’elisoccorso sarà infatti l'ossatura della rete dell'emergenza urgenza che ci consentirà di portare le persone più velocemente possibile nel posto giusto. Alidaunia, in questo contesto, si conferma una realtà straordinaria italiana, pugliese, foggiana, una delle aziende più moderne del mondo che assiste decine e decine e decine di velivoli ma soprattutto assicura l'elisoccorso alla Regione Puglia”.

Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenuto questa mattina presso la sede di Alidaunia, al corso di addestramento per l’utilizzo dell’HEMS (Helicopter Emergency Medical Sistem) in ambito territoriale. Un corso di formazione per l’emergenza sanitaria in volo con lo scopo di illustrare le potenzialità, le peculiarità, i criteri di attivazione e le possibilità dell’utilizzo dell’HEMS, con l’obiettivo di ottenerne i massimi benefici per tutti gli utenti.

“Vorrei cogliere l'occasione per precisare ancora una volta – ha aggiunto Emiliano – che arrivare al pronto soccorso rischia di essere persino un danno, perché se si arriva in pronto soccorso di un ospedale piccolo e non sufficientemente attrezzato, i rischi sono tanti. Molto meglio una rete dell'emergenza urgenza, anche dotata di elicotteri, che ti porta nell'ospedale migliore per il tipo di problematica in atto anzichè arrivare rapidamente ad un pronto soccorso sotto casa, ma che non ha le specificità richieste dal caso”.

“Ecco perché potenzieremo la rete dell'elisoccorso e costruiremo una rete dell'emergenza urgenza capace di salvare quante più vite possibili”. La possibilità di soccorrere nel migliore dei modi la popolazione presente in un determinato territorio è l’obiettivo primario della Centrale Operativa del 118. I mezzi, gli uomini, le professionalità a questo scopo profuse possono avvalersi di un ulteriore ausilio costituito dall’utilizzo dell’elisoccorso (HEMS).

Durante il corso, sono state illustrate una serie di iniziative per rendere particolarmente efficiente questo sistema e, in particolare, le novità relative al volo notturno, i dispositivi e le tecnologie che rendono particolarmente efficace la visualizzazione di notte da parte dei piloti e, inoltre, tutti gli aspetti relativi all’attivazione dell’elisoccorso e la particolare organizzazione dell’equipaggio nelle varie fasi del soccorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hanno partecipato anche il Direttore Generale del Policlinico “Riuniti” di Foggia Vitangelo Dattoli, il Direttore Generale dell’ASL Fg Vito Piazzolla, il Direttore della Centrale Operativa 118 del Policlinico “Riuniti” di Foggia e il Direttore del Dipartimento di Emergenza e Urgenza della ASL FG.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Bollettino tragico: quattro morti in provincia di Foggia, solo oggi 120 positivi al Coronavirus in Puglia

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento