Alberona, a breve la riqualificazione della strada Casarsa-Colatamburo

L'arteria, che collega una vasta area rurale ad Alberona e alla provinciale 130 per Lucera, è diventata quasi impercorribile dopo la realizzazione della rete del gas. I lavori a totale carico della PPS Pipeli

Il vertice

A breve sarà ripristinata la strada Alberona - Casarsa – Colatamburo, negli ultimi anni interessata dai lavori per la realizzazione del metanodotto. L’arteria, che collega una vasta area rurale ad Alberona e alla provinciale 130 per Lucera, è fondamentale per le numerose aziende agricole e il trasporto delle merci.

La zona, detta di Casarsa, è interessata dai lavori per la realizzazione della rete del gas, che a partire da settembre prossimo servirà il piccolo borgo dei Monti Dauni. Per realizzare il metanodotto, una delle opere più imponenti degli ultimi decenni, sono stati necessari oltre due anni di lavoro e lo sbancamento di terreni che costeggiano strade rurali, come nel caso della Alberona – Casarsa – Colatamburo. Pesanti le ripercussioni per la strada, in molti tratti dissestata a causa del continuo passaggio di mezzi pesanti, ed immancabili i disagi per i cittadini.

Ora tocca alla PPS Pipeline System Gmbh di Peschiera del Garda, la stessa società che ha realizzato i lavori della rete del gas, effettuare il ripristino. I lavori di riqualificazione inizieranno a breve. Ad annunciarlo, nei giorni scorsi, sono stati l’ingegner Giuseppe Foti e il geometra Marco Scazzina, due tecnici della società tedesca che ha sede legale in Veneto, nel corso di un incontro con il sindaco, Tonino Fucci e il vice sindaco, Matteo De Angelis.

“Sarà un intervento di riqualificazione stradale – ha detto il geometra Marco Scazzina – a totale carico della società: i lavori  interesseranno il sedime, ridotto in pessime condizioni ed in più punti disgregato, con avvallamenti dovuti a cedimento del sottofondo a causa del continuo passaggio di mezzi pesanti”. Soddisfatto il sindaco Tonino Fucci, che ha preteso tempi celeri per l’esecuzione dei lavori. “Le aziende agricole della zona hanno diritto di lavorare e viaggiare in sicurezza”.

Già lo scorso anno l’amministrazione comunale aveva chiesto alla ditta interventi urgenti di ripristino del manto stradale per tamponare alcune emergenze, prima di avviare la riqualificazione totale, ma le vicissitudini che hanno portato la società a lasciare l’appalto e il conseguente passaggio alla PPS PIPELINE hanno determinato un ritardo nei tempi di consegna dell’opera. “Siamo alla fase finale dei lavori di realizzazione del metanodotto – ha aggiunto Fucci – e anche la strada rurale, così vitale per cittadini ed aziende alberonesi, dovrà essere ripristinata contestualmente alla consegna dell’opera”.

La relazione tecnica, consegnata dalla società al Comune di Alberona, illustra nel dettaglio l’intervento di riqualificazione, il cui costo si aggira intorno ai 250 mila euro a totale carico della PPS Pipeline. “I lavori saranno affidati entro la fine di aprile o la prima settimana di maggio  – ha assicurato l’ingegnere Foti –  e l’opera di riqualificazione potrà iniziare quando gli interventi sul tratto di rete realizzata saranno ultimati”. L’intervento interesserà l’intera arteria rurale che collega Alberona a partire dal cimitero lungo Casarsa e Colatamburo e proseguirà fino all’innesto con la strada provinciale 130.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Spaccate e micidiali bombe, così assaltavano i bancomat di Foggia: due arresti (si cercano i complici)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento