Tari ridotta del 30% agli esercenti che eliminano le slot: a Monte Sant'Angelo "vinci solo quando smetti"

Prevista una agevolazione fiscale del 30% sulla Tari, che vale anche per chi ha eliminato le slot machine nei due anni precedenti l'approvazione del regolamento

Bollino 'No Slot'

Agevolazione fiscale del 30% sulla Tari per gli esercenti che intendano eliminare dai propri locali le slot machine.

E' la proposta del sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo. A novembre 2018, infatti, il Consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato il Regolamento sul contrasto al gioco d’azzardo e, nell’ultimo “Tavolo permanente sulla legalità”, il Presidente del Consiglio comunale Giovanni Vergura ha condiviso e presentato il logo no slot e la campagna “Vinci solo quando smetti”.

Oltre all’agevolazione fiscale del 30% sulla Tari, che tra l’altro vale anche per chi ha provveduto a farlo nei due anni precedenti l'approvazione del regolamento, gli esercenti che non posseggono slot machine o che le rimuovono possono richiedere il logo "No Slot". 

Si regolamenta anche la distanza, che dovrà essere di 500 metri dai luoghi sensibili per le nuove aperture di sale in cui è possibile installare apparecchi per gioco d'azzardo automatici o semiautomatici e l’apertura degli esercizi con gioco d'azzardo, limitatamente al funzionamento dei giochi automatici e semiautomatici, non prima delle ore 9.30 e chiusura non dopo le ore 20.30. 

“Sono 3,18 milioni di euro le giocate complessive a Monte Sant’Angelo, ci dicono gli ultimi dati disponibili, quelli del 2016” - dichiara il Presidente del Consiglio comunale Giovanni Vergura, che aggiunge - “Un grazie speciale al Consiglio comunale tutto che sin da subito ha contribuito alla redazione e poi all’approvazione del regolamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento